La Lega rinvia il Congresso: troppi delegati senza Green pass: «Una follia»

Open INTERNO

Leghisti contro il pass. Di certo i leghisti che hanno contestato il Green pass sono molti.

Forse per questo, fa sapere il quotidiano, la pagina Facebook di Matteo Salvini si è riempita di No Green pass infuriati con il leader del Carroccio per il voltafaccia sul lasciapassare.

Per un motivo molto curioso: troppi delegati sarebbero senza Green pass.

Che avrebbero potuto viaggiare fino a Roma, visto che per salire su un treno o su un aereo basta il Green pass “base”, ma non entrare al Palasport dell’Eur dove era in programma la kermesse. (Open)

Su altre testate

Super Green pass indebolisce Salvini: leader Lega costretto a rinviare l’assemblea del partito Le nuove norme sul Super Green pass hanno costretto Matteo Salvini a rinviare l’assemblea programmatica del partito: la resa dei conti nella Lega è solo rimandata. (Fanpage)

"Anche perché c'è una parte che non vuole sentirne parlare del super green pass”, spiega un dirigente leghista La norma che prevede il green pass rafforzato anche in zona bianca era ampiamente osteggiata dai leghisti riuniti per decidere il da farsi. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

«L'assemblea è rinviata per garantire a tutte le persone invitate la possibilità di partecipare» si legge in una nota del Carroccio. (LiberoQuotidiano.it)

Super green pass, confronto Giorgetti-Gelmini su misure in zona bianca

Super Green pass, braccio di ferro nel governo: la Lega avrebbe voluto escluderlo dalla zona bianca Scontro nel governo sul Super Green pass. A cura di Annalisa Cangemi. Dal 6 dicembre scatta il Super Green pass, la via scelta dal governo per evitare le chiusure generalizzate, soprattutto in vista del periodo natalizio. (Fanpage)

L’unanimità alla fine si è ottenuta, ma non è stata una passeggiata. Un’obiezione figlia di un complicato dibattito interno al Carroccio, alla quale ha risposto con fermezza Mariastella Germini: «È stata la conferenza dei presidenti a chiedercelo» (La Stampa)

Al termine del Cdm, forse non a caso, è arrivata la precisazione di Giorgetti sulla posizione dei governatori leghisti. I governatori della Lega hanno lavorato per garantire la certezza dell’apertura alle attività produttive anche nelle zone gialle e arancioni, a differenza di quanto è avvenuto lo scorso anno” (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr