Stellantis, Brain, Cockpit e Drive: cosa sono e cosa le tre nuove piattaforme software

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Con tre piattaforme software (e hardware) il gruppo guidato da Carlos Tavares risponde a operazioni come Software Republique di Renault, Cariad di Vw o la spinta sul software di Daimler che punta a un suo sistema operativo (Mb.Os) per contrastare anche Google e il suo Android Automotive.

Del resto nell’era del chip shortage bisogna attuare strategie innovative (e in questo ambito Tesla è maestra)

Le tre piattaforme. (Il Sole 24 ORE)

Su altri media

Di Stellantis piace soprattutto il fatto che Carlos Tavares sembra avere le idee chiare sul futuro dei suoi 14 brand. (ClubAlfa.it)

In particolare l’accordo riguarderà una delle 3 piattaforme presentate ieri (“Stla Brain”) che si interagirà con tutte le 4 piattaforme di veicoli elettrici (Stla Small, Medium, Large e Frame). Alla già citata Stla Brain, si aggiungono Stla SmartCockpit e Stla AutoDrive. (Il Messaggero)

“Come società leader globale nel settore tecnologico, Foxconn vanta grande esperienza nella produzione di semiconduttori e di software, due componenti chiave per la produzione di veicoli elettrici. La partnership sfrutterà il know-how di Foxconn, le capacità di sviluppo e la catena di fornitura nel settore dei semiconduttori, così come l’esperienza espansiva di Stellantis nel settore automobilistico e la sua significativa portata come cliente principale dell’impresa. (MEGAMODO)

La crisi generata dalla carenza di microchip e di semiconduttori ha provocato una frattura nelle relazioni tra le case automobilistiche e i fornitori di alto livello che non sono riusciti a garantire le scorte previste di queste componenti. (FormulaPassion.it)

A partire dal 2024 saranno inoltre sviluppate 3 tecnologie di intelligenza artificiale, chiamate STLA Brain, STLA SmartCockpit e STLA AutoDrive. (Tom's Hardware Italia)

Stando alla scheda tecnica presentata la scorsa estate insieme alla Chrysler EV Concept, il gruppo motopropulsore, completamente elettrico e alimentato da pacchi batterie con capacità di 87 oppure 104 kWh, dovrebbe garantire un’autonomia di percorrenza fino a 700 chilometri. (AlVolante)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr