Bene Milano, a seguire le borse europee

Rai News ECONOMIA

A brillare sono state le società del risparmio gestito come Azimut e Anima, bene anche le utilities e le compagnie energetiche.

Ne hanno così tratto beneficio i listini azionari europei, che si sono risollevati dopo un andamento altalenante.Milano è stata la piazza migliore in Europa, facendo registrare un apprezzamento dello 0,94% in chiusura.

Parigi ha guadagnato lo 0,54%.

Euro contro dollaro a 1,16 e 45

Bene Milano, a seguire le borse europee. (Rai News)

La notizia riportata su altre testate

Per il quarto trimestre, la blue chip ha detto di prevedere inoltre un giro d'affari attorno a $18,3 miliardi, meno dei $18,24 miliardi attesi dagli analisti. Finora, stando ai numeri di Refinitiv, l'84% delle società che hanno comunicato i loro bilanci ha battuto le stime sull'eps (Finanzaonline.com)

Gli investitori seguiranno da vicino le stime di Amazon sulle entrate operative ed i ricavi per il quarto trimestre, che comprende il periodo natalizio Ma soprattutto, gli investitori sperano che Apple fornisca le previsioni sul suo redditizio Q1 fiscale che comprende il periodo natalizio. (Investing.com)

Listini sollevati per l'annuncio, arrivato in mattinata dalla Cina, che il colosso dell'immobiliare Evergrande ha evitato, almeno per ora, il default.Più contrastata la situazione oltreoceano: l'indice Dow Jones ha aperto in rialzo dello 0,33%, il Nasdaq in lieve calo. (Rai News)

Netflix (NASDAQ: ) ha chiuso in rialzo di oltre il +4%. Tesla (NASDAQ: ) ha chiuso in rialzo di oltre il +3%. La mia notizia per voi è che se volete fare quello che faccio io nel mercato adesso potete farlo con facilità ho chiamato "Il mercante in Fiera" il mio portafoglio ideale!!! (Investing.com)

Le quotazioni di Borsa a quel punto sprofondarono gettando il mercato nel panico più assoluto. Un fenomeno questo noto come short squeeze che abbiamo visto recentemente con i meme stock come GameStop, AMC Entertainemnt, etc. (Investire.biz)

Trainata al ribasso dai crolli di due titoli importanti: Intel, che perde oltre il 10% dopo aver annunciato che la sua redditività nei prossimi anni potrebbe essere inferiore al previsto per i costi elevati, e Snap, società che controlla il sistema di messaggistica Snapchat, in crollo del 24% dopo conti trimestrali deludenti ma soprattutto dopo aver spiegato che i nuovi sistemi di protezione della privacy installati su smartphone e computer Apple mettono in difficoltà il suo sistema di pubblicità mirata online. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr