Apple: ISP contro il Private Relay

Apple: ISP contro il Private Relay
MRW.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Apple: ISP contro il Private Relay. . . . Forum Discuti sul forum. Precedente Cookie: in vigore le nuove regole. Successivo PA: presentato il piano strategico per il reskilling. 12/01/2022 Claudio Garau. Il Private Relay è una nuova funzionalità che permette agli utilizzatori degli iPhone di attivare un VPN (Virtual Private Network) con cui proteggere la propria navigazione tramite il dispositivo, tale feature si trova ancora in fase di sperimentazione e gli sviluppatori della Casa di Cupertino hanno deciso di integrarla nella versione Beta di iOS 15. (MRW.it)

La notizia riportata su altri media

Servizi e app che offrono connessioni VPN esistono da anni, per questa ragione non risulta chiara la ragione per cui ora gli operatori si oppongono a iCloud Private Relay che offre funzioni e servizi simili. (macitynet.it)

I principali operatori europei contro iCloud Private Relay, il servizio cloud di Apple, si sono rivolte direttamente a Bruxelles per bloccare il servizio che secondo l’accusa rappresenta una minaccia alla sovranità digitale della Ue. (Key4biz.it)

Una presa di posizione forte e immediata, insomma, che vede i carrier fare fronte comune contro il gruppo guidato da Tim Cook. A partire dalla beta di iOS 15, infatti, è prevista una funzione denominata “Relay Privato” che attiva di fatto una VPN nativa sugli iPhone, rendendo anonima e protetta la navigazione. (Punto Informatico)

Apple, la funzione di navigazione privata non piace agli operatori europei

Per ora, pare che Apple non stia implementando la funzionalità in tutti i Paesi. Alla compagnia potrebbe essere impedito di implementare Private Relay nel caso in cui fosse classificata come “gatekeeper digitale” ai sensi del Digital Markets Act della UE (Tech Princess)

Si parla da un lato di privacy degli utenti e dall’altro invece di libero mercato, una situazione appunto strana e complicata Il modo in cui viene implementato l’inoltro privato avrà conseguenze significative in termini di minare la sovranità digitale europea. (Tecno Android)

Sfruttando Private Relay, gli utenti di iPhone e iPad che utilizzano Safari sono in grado di “sfuggire” alle aziende di terze parti interessate a determinare le loro abitudini di navigazione. Non solo: tale funzione influenzerà anche “la capacità dei singoli carrier di gestire in modo efficiente le reti di telecomunicazioni”. (Tom's Hardware Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr