Prezzi pazzi, era dal 1983 che il carrello della spesa non pesava così tanto

LabParlamento ECONOMIA

Secondo le stime preliminari effettuate dall’ISTAT, nel mese di settembre 2022 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) , al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,3% su base mensile e dell’8,9% su base annua (da +8,4% del mese precedente). L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dell’1,7% su base mensile, anche per effetto della fine dei saldi estivi di cui il NIC non tiene conto, e del 9,5% su base annua (da +9,1% nel mese precedente). (LabParlamento)

La notizia riportata su altre testate

E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sui dati Istat relativi all’inflazione a settembre che fanno registrare una nuova accelerazione dei prezzi del cibo, balzati al +11,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con una crescita complessiva del carrello della spesa che non si registrava dal luglio 1983. (Sud Notizie)

Con l’inflazione ai massimi storici e il carrello della spesa che a settembre raggiunge il +11,5%, crollano gli acquisti di frutta e verdura, tra le voci dell’alimentare che segnano il maggiore aumento dei prezzi (+16,7%). (Fruitbook Magazine)

Non si arresta la cavalcata dell’inflazione, che in Europa è arrivata a doppia cifra. Come avviene ormai da mesi è la componente energetica ad aver registrato l’incremento più rapido (+40,8% rispetto a settembre 2021). (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Istat, aumento del carrello della spesa: è record negli ultimi 40 anni Carrelli della spesa sempre più vuoti, a parità di soldi spesi dalle famiglie nei supermercati. Gli italiani si trovano, in questo momento, davvero in difficoltà dal punto di vista economico, con l’inflazione che è schizzata alle stelle. (Notizie.it )

La crescita dei prezzi nei 19 Paesi che condividono l’euro ha subito un’accelerazione rispetto al 9,1% di agosto, come hanno mostrato venerdì i dati di Eurostat, battendo le attese per una lettura del 9,7%, con alcuni membri della zona euro che hanno registrato la più rapida crescita dei prezzi dai tempi della guerra di Corea, 70 anni fa. (AGC COMMUNICATION)

Questa volta a spiegare l’accelerazione dei prezzi non è solamente il costo dell’energia ma soprattutto i beni del cosiddetto carrello della spesa ai massimi da quasi trent’anni. Continua inesorabilmente a crescere l’inflazione che, nel mese di Settembre, è stata protagonista addirittura di un balzo in avanti di 0,5 punti percentuali tanto da sfiorare il 9%. (Tvqui)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr