Mps: nuove grane di Stato mentre bond subordinati soffrono. UniCredit distante e su aumento capitale tempo sta per scadere, arriva lettera Bce

Finanzaonline.com ECONOMIA

LEGGI ANCHE. Mps sposa troppo brutta, aumento di capitale venga fatto prima di M&A.

L’aura di mistero che si sta infittendo sul dossier Mps sta facendo perdere la pazienza alla Bce.

I bond subordinati, vale la pena precisare, sarebbero i primi a essere coinvolti nel caso di una nuova ennesima crisi di Monte dei Paschi.

Il piano A per il Tesoro rimane quello di dare Mps in sposa a UniCredit

La Banca centrale europea avrebbe inviato infatti una lettera al Monte di Stato. (Finanzaonline.com)

La notizia riportata su altri media

Chi si accollerà Mps dovrà farsi carico anche di un “indennizzo da almeno un miliardo che potrebbe essere pagato al partner assicurativo francese Axa”. (Wall Street Italia)

La Bce, secondo quanto emerso nelle ultime ore, ha scritto a Mps una lettera chiedendo chiarimenti sulla tempistica dell’aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro. Intanto in Borsa alle ore 10,50 le azioni Mps segnano-1,43% a 1,209 euro, con il Ftse Italia Banche a -0,76% (Finanza Report)

Proprio l'Istituto di Francoforte, scriveva ieri l'ANSA, sarebbe in pressing per definire le tempistiche dell'aumento di capitale da 2,5 miliardi, che la banca dovrebbe realizzare nel caso in cui il Tesoro, azionista con una quota del 64%, non trovasse un partner per la privatizzazione. (ilmessaggero.it)

Mentre Francoforte cerca di spazzare via un po’ di cortine fumogene sul futuro del Monte dei Paschi, oggi in consiglio d’amministrazione, oltre alla lettera della Bce, si dovrebbe parlare anche della riorganizzazione della direzione generale del Monte dei Paschi. (LA NAZIONE)

Il logo di Monte dei Paschi di Siena presso una filiale a Roma. REUTERS/Max Rossi. MILANO (Reuters) - I bond subordinati di Banca Mps (MI: ) recuperano terreno dopo le forti perdite che hanno spinto ieri l'istituto ad annunciare azioni legali. (Investing.com)

"Se così fosse, il mercato teme che i bond subordinati restino iscritti nel bilancio della nuova Mps, in portafoglio alla Fondazione, con la nascita di una banca ritenuta molto debole. Con l'effetto che i bond vengano alla fine assorbiti in un'eventuale prossima crisi (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr