Pensione di vecchiaia o anticipata: quale scegliere?

Pensione di vecchiaia o anticipata: quale scegliere?
Più informazioni:
ilGiornale.it INTERNO

Mentre la pensione di vecchiaia permette di accedere a un assegno più corposo, quella anticipata permette di lasciare il lavoro con qualche anno di anticipo.

Alla pensione di vecchiaia si accede a partire dai 67 anni di età.

Tuttavia, il prezzo da pagare scegliendo questa opzione è un assegno più basso rispetto a quello previsto dalla pensione di vecchiaia

Per accedere alla pensione anticipata, invece, esistono due opzioni basate sull’anzianità contributiva indipendentemente dall’età anagrafica. (ilGiornale.it)

Ne parlano anche altri giornali

Il Presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ritiene però bisogni dare un’interpretazione differente rispetto a cosa succederà dal 1° gennaio 2022. (Money.it)

E’ il caso di chi, avendo iniziato a versare i contributi dopo il 31 dicembre 1995, ricade nel sistema di calcolo contributivo. Nel suo caso, quindi, avendo iniziato i versamenti dopo il 1996 è determinante l’importo della futura pensione visto che potrebbe inibire l’accesso alla pensione a 67 anni (Orizzonte Scuola)

I nostri giovani si inseriscono sempre più tardi nel mondo del lavoro e, in prospettiva, si ritroveranno a godere di trattamenti previdenziali sempre più miseri. Primo Maggio, Conte chiede riscatto gratuito della laurea per i giovani e di rafforzare i diritti dei precari Di. (Orizzonte Scuola)

Pensioni anticipate 2021: post quota 100 finalmente qualcosa si muove

L'Inps ai medici vaccinatori: "Non verrà sospesa la pensione a chi si offre volontario" di Eleonora Capelli. Dopo il pasticcio degli assegni "congelati" ai dottori che erano tornati al lavoro per fare i vaccini, l'istituto di previdenza chiarisce: "Non c'è incompatibilità" (La Repubblica)

In pensione a 64 anni con 20 di contributi. Quota 102: cosa prevede, quanto si perde, a chi spetta. Per maggiore chiarezza schematizziamo:. Almeno 15 anni di contributi. Almeno 10 degli anni di contributi devono essere discontinui e non avere versamenti che raggiungono le 52 settimane (The Wam.net)

Insomma, finalmente, dopo mesi, stanno facendo quello che è il loro lavoro anche perché preoccupati dalla continua emorragia di tessere sindacali. Dare la possibilità di uscire dal mondo del lavoro a 62/63 anni con almeno venti anni di contributi. (Pensioni Per Tutti)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr