Annullata la festa per l’inaugurazione dello stadio a Maradona del 29 luglio

Fanpage.it SPORT

E così il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, taglia corto e ritorna sui suoi passi: niente coreografie, niente cerimonia per la targa, la festa per l'inaugurazione dello stadio San Paolo a Diego Armando Maradona è stata annullata, non si farà.

Annullata la festa per l’inaugurazione dello stadio a Maradona del 29 luglio Il Comune di Napoli ha deciso di annullare la festa per l’inaugurazione dello stadio San Paolo a Diego Armando Maradona, che si sarebbe dovuta tenere il prossimo 29 luglio. (Fanpage.it)

Su altre fonti

L’evento era in programma il prossimo 29 luglio. La Giunta del sindaco De Magistris obbligata a fare marcia indietro dopo le polemiche col club di De Laurentiis. Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha annullato l’inaugurazione dello stadio Diego Armando Maradona (Calcio Casteddu)

L’ultima notizia arriva dalla Gazzetta Dello Sport che rivela come tra amministrazione cittadina e club la situazione sia ai ferri corti. I tifosi prendono posizione. A lanciare la polemica è la giornalista napoletana Anna Trieste: “Il 29 luglio il Comune di Napoli inaugura (a porte chiuse) lo Stadio Diego Armando Maradona ma la SSC Napoli dice di non volerne sapere nulla e vita l’utilizzo del terreno di gioco. (Virgilio Sport)

Nel corso di 'Radio Goal' su Kiss Kiss Napoli, Nino Simeone, consigliere del Comune di Napoli, ha parlato dell'inaugurazione dello stadio Maradona, evento prima ufficializzato e poi cancellato: “Situazione imbarazzante, corriamo il rischio di fare una figuraccia a livello internazionale. (Tutto Napoli)

Si profila quindi una battaglia legale sulle due statue, mentre De Laurentiis ha scelto la linea del silenzio, convinto com’è che l’amministrazione stia per compiere un autogol, preparandosi a commemorare Diego nello stadio vuoto, senza tifosi e i rappresentanti della squadra azzurra (CalcioNapoli24)

Come in prima fila ci sarebbero stati i campioni, le leggende dei due scudetti a cui l’Amministrazione avrebbe voluto consegnare un riconoscimento della Città. Da giorni invece un evento per celebrare il suo ricordo è diventato motivo di divisione, contrapposizione e strumentalizzazione, anche politica. (CalcioNapoli24)

L’unica nostra intenzione era quella di onorare ancora una volta la memoria del fuoriclasse argentino, al quale proprio la nostra amministrazione volle conferire la cittadinanza onoraria nel 2018». Non ci sarà più alcuna inaugurazione dello Stadio Diego Armando Maradona né della statua dedicata all’ex Pibe de Oro, scomparso prematuramente lo scorso 26 novembre. (Corriere del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr