Ue aggiunge Dominica a lista paradisi fiscali, via Barbados

Ue aggiunge Dominica a lista paradisi fiscali, via Barbados
La Nuova Sardegna ESTERI

Sono state invece escluse dalla 'black list' le Barbados.

- BRUXELLES, 22 FEB - Il Consiglio Ue ha aggiunto alla lista delle giurisdizioni non cooperative, ovvero i paradisi fiscali, la Dominica.

L'Ue ha invece concesso alle Barbados, aggiunte alla 'black list' nell'ottobre 2020, una revisione supplementare dal Forum globale sugli impegni presi per riformare la propria politica fiscale.

In attesa dei risultati dell'analisi, le Barbados finiscono nella lista grigia Ue insieme ad altri 8 Stati, tra cui la Turchia (La Nuova Sardegna)

Su altri media

Dominica è stata inserita nella lista dell'UE in quanto è stata valutata dal forum globale come "parzialmente conforme" e non ha ancora risolto questa problematica. Le decisioni del Consiglio sono preparate dal gruppo "Codice di condotta", che è responsabile anche del monitoraggio delle misure fiscali negli Stati membri dell'UE (Consilium.europa.eu)

Nel colloquio, scrive Michel, sono stati affrontati i temi dell’agenda del vertice tra cui: Covid-19 e vaccini, salute e G20, Mediterraneo orientale Dobbiamo collaborare strettamente insieme per affrontare le nostre sfide comuni”. (LaPresse)

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno. Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute. (Borsa Italiana)

Ue aggiunge Dominica a lista paradisi fiscali, via Barbados BRUXELLES

In attesa dei risultati dell'analisi, le Barbados finiscono nella lista grigia Ue insieme ad altri 8 Stati, tra cui la Turchia. Al momento nella lista dei paradisi fiscali rientrano quindi 12 Paesi: le Samoa americane, Anguilla, Dominica, Fiji, Guam, Palau, Panama, Samoa, Seychelles, Trinidad e Tobago, Isole Vergini americane e Vanuatu (RagusaNews)

(LaPresse) – “Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg si unirà a noi all’inizio della videoconferenza per uno scambio di opinioni sulla cooperazione Ue-Nato”. Lo scrive Charles Michel, presidente del Consiglio europeo, in una lettera ai 27 Stati membri, in vista dell’appuntamento del 25 e 26 febbraio prossimi (LaPresse)

Comprende anche la garanzia che le consegne di vaccini siano prevedibili e che le aziende farmaceutiche rispettino i loro impegni”. (LaPresse) – “La nostra priorità continua ad essere quella di accelerare le vaccinazioni in tutta l’Unione europea. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr