Verona, si aggravano le condizioni della 45enne novax e incinta

Verona, si aggravano le condizioni della 45enne novax e incinta
Altri dettagli:
veronaoggi.it INTERNO

Si aggravano le condizioni della donna 45enne, novax e incinta, trasportata d’urgenza nei giorni scorsi da Trieste all’ospedale di Borgo Trento a Verona.

La 45enne novax e incinta di Trieste ricoverata a Verona.

Contagiato anche il fratello della donna, 40 anni, ma fortunatamente le sue condizioni sono meno gravi.

L’intera famiglia sarebbe convintamente novax

Nel frattempo anche il marito della donna, 38 anni, si trova ricoverato in terapia semi intensiva al Cattinara di Trieste, così come la madre, 68 anni, che lotta per sopravvivere nella terapia intensiva della struttura triestina. (veronaoggi.it)

La notizia riportata su altre testate

La donna, incinta, dopo aver scoperto di essersi contagiata ha iniziato a curarsi da sola in casa, senza allertare nessuno, ma le sue condizioni sono peggiorate e alla fine è stato necessario il ricovero. (Corriere Adriatico)

Raggiunto al telefono, il padre della 45 enne ha solo detto di "essere distrutto" e di "voler essere lasciato in pace” Originaria di Trieste, la donna, insegnante, è stata trasferita in Veneto dall'ospedale di Cattinara, dove era stata trasportata la scorsa settimana in codice rosso. (TgVerona)

Un’intera famiglia no vax è stata travolta dal Covid. Come riporta La Repubblica, la 45enne e il marito sono no vax convinti, tanto da aver iscritto la prima figlia in una scuola materna in Slovenia perché lì le vaccinazioni pediatriche non sono obbligatorie. (Zoom24.it)

Covid, peggiora anche la madre della 45enne incinta ricoverata a Verona

Il focolaio in famiglia è scoppiato la scorsa settimana e ha contagiato anche la madre della donna che ha 68 anni ed è ricoverata in gravi condizioni. Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella! (Live Sicilia)

Lei e suo marito, anch’egli risultato positivo, sono no vax convinti, tanto da aver iscritto l’altra figlia in una scuola materna in Slovenia perché lì le vaccinazioni pediatriche non sono obbligatorie. (Il Riformista)

Una vicenda drammatica, la peggiore che i medici della Terapia intensiva di Cattinara si sono fin qui trovati a fronteggiare. TRIESTE Dalla Terapia intensiva dell’ospedale Borgo Trento di Verona, dove è ricoverata la quarantacinquenne triestina in gravidanza colpita dal Covid, non arrivano ancora buone notizie: la donna non migliora e resta in pericolo di vita a causa dei danni provocati all’organismo dalle conseguenze della polmonite. (Il Piccolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr