I Radici e Roberto Selini hanno venduto le quote dell’Atalanta ai Percassi: trovato l’accordo

Corriere Bergamo - Corriere della Sera ECONOMIA

Basta una firma (che in questo caso è arrivata venerdì 24 giugno 2022) e ognuno è libero di andare incontro al suo destino.

di Donatella Tiraboschi. L’addio dei soci di minoranza dopo l’arrivo degli americani.

Pagati 15 milioni di euro a Maurizio ed Angelo Radici e 11 milioni a Selini. È il destino delle grandi storie.

Quello dei soci di minoranza dell’Atalanta, Roberto Selini e Maurizio ed Angelo Radici , di destino, era segnato fin dall’annuncio dell’ingresso del socio americano. (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ieri a Zingonia è stata una giornata calda, non solo sul fronte meteo o per le trattative di calciomercato in corso e per la presentazione ufficiale di Lee Congerton e Tony D’Amico, ma piuttosto per i contatti serrati riguardanti gli azionisti di minoranza che stanno via via cedendo i loro pacchetti azionari In uscita dall’azionariato di minoranza ci sono infatti Roberto Selini e il gruppo Radici, imprenditori bergamaschi legati da tantissimi anni ai colori nerazzurri. (L'Eco di Bergamo)

Il motivo è semplice: un conto erano le azioni della Dea un altro quelle dell’Atalanta. Quale siano i motivi di questo differente riconoscimento finanziario tra i due azionisti non è dato sapere. (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Come riportato da L’Eco di Bergamo, imprenditori bergamaschi Roberto Selini e Maurizio Radici sarebbero vicini alla cessione delle proprie quote di minoranza. I nerazzurri sono impegnati a definire anche l’assetto societario e nelle prossime ore potrebbero esserci novità. (Calcio Atalanta)

La questione dei soci di minoranza era riemersa con prepotenza all’indomani dell’annuncio della cessione del pacchetto di maggioranza dell’Atalanta a Pagliuca In questo caso parliamo di circa 10,5-11 milioni di euro. (Calcio e Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr