Coronavirus, caos Green Pass e rischio blocco in gran parte del Nord Italia: i lavoratori portuali minacciano lo sciopero. Ecco cosa sta succedendo

Coronavirus, caos Green Pass e rischio blocco in gran parte del Nord Italia: i lavoratori portuali minacciano lo sciopero. Ecco cosa sta succedendo
Centro Meteo italiano INTERNO

Il Viminale ha provato a risolvere la questione chiedendo alle imprese portuali di mettere a disposizione tamponi gratuiti per i lavoratori.

Parole pesanti quelle di Puzzer, con i lavoratori portuali di Trieste (circa il 40% non è vaccinato) che non intendono fare marcia indietro

Il blocco di venerdì è confermato, presto ci saranno sorprese perché non si fermerà solo il porto di Trieste.

E ora la protesta non riguarda solo il porto di Trieste ma anche quelli di altre regioni. (Centro Meteo italiano)

Se ne è parlato anche su altri media

Il presidente del Friuli Venezia Giulia Fedriga auspica che con il buon senso si possa arrivare a un equilibrio. Fedriga ha nuovamente proposto dal 15 ottobre "tamponi nasali meno fastidiosi e fai-da-te da effettuare con la supervisione responsabile d'ufficio" (TGR – Rai)

A far scattare la molla è stata la circolare del Viminale che due giorni fa invitava le imprese a mettere a disposizione tamponi gratuiti per chi fosse sprovvisto di Green pass, circolare smentita ieri sera: 'gli operatori economici potranno valutare in autonomia'. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Noi non vogliamo né Green pass né tamponi. D’Agostino, che si dichiara “sì vax e sì Green pass”, è contrario a deroghe (Il Fatto Quotidiano)

Portuali di Trieste, confermato il blocco dello scalo da venerdì - TGR Friuli Venezia Giulia

Livorno, 13 ottobre 2021 - Livorno non è Trieste, anzi "nel porto la quota dei non vaccinati è molto bassa: se facessero una sorta di levata di scudi resterebbe operativo". Certo, sul green pass da esibire per accedere ai luoghi di lavoro, non mancano i problemi: "Ad oggi permangono criticità di carattere operativo". (IL TELEGRAFO)

"Qui abbiamo lavoratori 'sì vax' che sono 'no Green Pass'. "C'è un paradosso triestino", ha spiegato il presidente dell'Autorità portuale Zeno D'Agostino, ospite questa sera a Otto e mezzo su La7. (Il Friuli)

L’incidente ha generato perdite per milioni di euro e un calo di affidabilità per il trasporto marittimo. Il porto di Trieste infatti è anche il punto di raccordo tra due regioni: l’Asia e l’Est Europa (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr