WhatsApp beta si aggiorna e risolve un fastidioso crush che affliggeva alcuni utenti

Androidworld SCIENZA E TECNOLOGIA

In questo update non sono state inserite succulenti novità, ma non per questo è inutile dal momento che va a correggere un problema critico che ha colpito alcuni utenti dopo, riscontrato in seguito all'installazione della v.

WhatsApp tramite il programma Google Play Beta ha da poco dato avvio alla distribuzione del suo nuovo aggiornamento, che fa arrivare il servizio alla versione 2.21.21.10.

In pratica questa problematica si traduceva nell'impossibilità di aprire gruppi o informazioni sui gruppi perché WhatsApp si bloccava e crashava

(Androidworld)

La notizia riportata su altre testate

L'applicazione regina della messaggistica vara importanti novità dal prossimo mese. Ecco di che si tratta. Rivoluzione Whatsapp dal 1 novembre. (Livesicilia.it)

All’interno dell’applicazione stessa di WhatsApp, gli utenti per i quali presto WhatsApp non funzionerà più potrebbero aver visualizzato il seguente messaggio: “WhatsApp non supporterà più i dispositivi Android con sistema operativo 4.0.4 e versioni precedenti a partire dall’1 novembre 2021. (EdizioneCaserta)

Se la versione 2.21.20.10 di cui vi abbiamo parlato la settimana scorsa svelava la possibilità di scegliere tra quattro opzioni in merito alla privacy della propria foto profilo ("Tutti", "I miei contatti", "I miei contatti eccetto. (HDblog)

Spunta su WhatsApp un nuovo trucco per non farsi aggiungere ai gruppi. La nuova feature è stata scoperta da XDAdevelopers, dopo aver analizzato la versione 2.21.21.16 dell’ultima Beta dell’applicazione di messaggistica istantanea. (Inews24)

Trasferisci dati, immagini, video, chat e ricordi fra due telefoni in un solo click grazie a Wondershare MobileTrans, uno utilissimo tool tutto-in-uno ora in offerta al 30% rispetto al prezzo originale. (Punto Informatico)

WhatsApp è da anni l’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo. WhatsApp, termina il supporto sui devices più vecchi: cosa fare. Si tratta di cellulari e tablet con circa dieci anni di età e che ormai non sono più compatibili con gli aggiornamenti più recenti. (ultimaparola.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr