Covid Roma, Gemelli: ''Situazione critica, terapia intensiva satura''

Covid Roma, Gemelli: ''Situazione critica, terapia intensiva satura''
Civonline INTERNO

A fare il quadro è Andrea Cambieri, direttore sanitario del Policlinico: "I numeri aumentano, nella notte 20 ingressi". Condividi. . . . . . CIVITAVECCHIA – “La situazione in ospedale è piuttosto critica.

E anche la terapia intensiva, per quanto riguarda i pazienti Covid, è satura.

Abbiamo avuto momenti di iperafflusso, nella zona di accoglienza al pronto soccorso.

“E’ una situazione che evolve nelle ore, mentre quando ho lasciato l’ospedale, la situazione era più sotto controllo, questa mattina dobbiamo rifare il punto

A fare il quadro all’Adnkronos Salute è Andrea Cambieri, direttore sanitario del Policlinico Gemelli, dopo l’aumento dei ricoveri legati alla pandemia nella capitale. (Civonline)

Se ne è parlato anche su altre testate

Sono 14 le regioni italiane che alle 18.30 del 3 aprile sono oltre la soglia critica per l'occupazione delle terapie intensive da Covid. Ancora sopra soglia: Marche (56%), Emilia Romagna (48%), Friuli Venezia Giulia (45%), Puglia e Toscana (44%), Lazio (42%), Umbria e Valle d'Aosta (40%), Molise (36%), Liguria (35%), Abruzzo (33%). (IlPescara)

Alcuni importanti centri come Celano, Pescina restano in zona rossa. Nel resto della regione la situazione appunto migliora da settimane e settimane” conclude Marsilio (LaPresse)

Il dato più preoccupante è quello delle terapie intensive: attualmente in Italia sono occupati il 40,9% dei posti letto in rianimazione. La situazione però è ben diversa da regione a regione (Virgilio Notizie)

Covid Roma, al Policlinico Gemelli terapie intensive piene: occupati tutti i 69 posti letto

La percentuale media nazionale di occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid nelle rianimazioni è al 41% (con lievissime oscillazioni nell'ultima settimana), ovvero ben 11 punti percentuali oltre la soglia critica fissata al 30% dal ministero della Salute, come certificano gli ultimi dati dell'Agenzia per i servizi sanitari (Agenas), aggiornati alle 18.35 di oggi. (Adnkronos)

Ecco perché, a quasi due mesi dall’inizio della terza ondata trainata dalla variante inglese, i posti occupati nelle terapie intensive sono ancora 857: il 60,5 per cento dei 1.416 letti disponibili, il doppio della soglia ritenuta di guardia. (Corriere della Sera)

Occupati tutti i 69 posti disponibili, secondo gli ultimi dati diffusi dalla direzione sanitaria del nosocomio capitolino. Attentamente monitorata anche la situazione delle varianti Covid, al momento, secondo Franceschi, la più diffusa tra i pazienti del Gemelli è quella inglese (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr