Fusione tra Caffarel e Lindt: ecco il colosso del cioccolato

Cronaca Qui ECONOMIA

Il comunicato con cui Lindt & Sprüngli Group ha annunciato la fusione non aiuta a fare chiarezza.

O per meglio dire da gennaio, quando diventerà esecutiva la fusione, annunciata ieri, tra Caffarel e Lindt.

In particolare «il nuovo allestimento faciliterà la condivisione di know-how, risorse e processi, con l’obiettivo di preservare l’eccellenza che caratterizza Lindt e Caffarel».

Resta da capire cosa succederà ora a livello occupazionale, visto che in estate in Caffarel erano stati annunciati 90 esuberi. (Cronaca Qui)

Su altre fonti

Quest’ultima ha stimato il numero totale di dipendenti di Caffarel in più di 300 e di Lindt & Sprüngli SpA in più di 1000 L’integrazione di Caffarel in Lindt & Sprüngli SpA e la buona accettazione del programma di partenze volontarie ci permetterà di ridurre il numero di licenziamenti, ha aggiunto la portavoce. (Corriere del Ticino)

La fusione rafforzerà la collaborazione già esistente tra le due organizzazioni: alcuni processi verranno integrati per migliorare le sinergie, altri rimarranno separati per garantire la qualità, il piano di innovazione e la spinta allo sviluppo di Lindt e Caffarel (Vigevano24.it)

Nel 2020 infatti le perdite erano precipitate da 1,5 milioni a 14,5 milioni e i ricavi scesi da 71,9 milioni a 47,4. Il Lindor assorbe il gianduiotto e i sindacati sperano. (Corriere della Sera)

Lo scopo è arrivare a una strategia industriale comune, che però conservi i tratti distintivi e il legame con il territorio. (TorinOggi.it)

Il gruppo Lindt & Sprüngli ha annunciato che, a partire da gennaio 2022, le due consociate Lindt & Sprüngli e Caffarel verranno integrate attraverso una procedura di fusione per incorporazione. (Foodweb)

Di fatto le due organizzazioni avevano avviato una collaborazione che verrà fortificata ulteriormente. (Mark Up)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr