Superbonus 110%, CNA: “Incomprensibile limitarlo e non prorogarlo”

La Voce di Bolzano ECONOMIA

“Sarebbe incomprensibile tuttavia – avverte la Confederazione regionale – limitare la proroga soltanto a condomini e edifici di edilizia popolare, escludendo tutte le singole unità immobiliari e gli edifici funzionalmente indipendenti, così come non prorogare il bonus facciate”.

Sempre a proposito di Superbonus 110%, CNA-SHV Alto Adige evidenzia che sta dando buoni risultati la piattaforma messa a punto su iniziativa della Provincia di Bolzano presso il Noi Techpark in collaborazione con tutti gli stakeholder tra i quali Agenzia Casa Clima, Euregio Plus (Società di gestione risparmio a capitale pubblico) e le associazioni degli amministratori condominiali. (La Voce di Bolzano)

Su altre fonti

Il superbonus. Al momento il superbonus al 110% è finanziato per tutto il prossimo anno solo per i condomini e per le case Iacp (o equivalenti). Bonus ristrutturazioni ed ecobonus classico. Sono rifinanziati fino al 2021, ma c'è già l’accordo per una proroga anche nel 2022. (Giornale di Sicilia)

La proroga al 2023 del bonus 110 infatti non comprende le case e le villette unifamiliari, ma solo i condomini. Tra le misure più attese e più discusse c'è la proroga del superbonus 110, il superincentivo per la riqualificazione energetica degli edifici unifamiliari e dei condomini. (idealista.it/news)

Gli architetti romani: “Necessaria digitalizzazione”. A Roma poter usufruire del Superbonus 110% – l’incentivo che mira a rendere più efficienti le abitazioni – è più difficile che in altri comuni d’Italia. (TeleAmbiente TV)

Le reazioni al nuovo limite. La notizia dell'esclusione di ville, villette ed immobili unifamiliari ha causato più di qualche malumore nel Movimento 5 Stelle che del superbonus ne ha fatto una delle misure di maggiore importanza del periodo dei due esecutivi Conte. (ilGiornale.it)

A maggio 2021, in effetti, grazie a questo intervento in corso d'opera, si è consolidata una tendenza positiva di crescita: il numero totale degli investimenti dei proprietari che ha fatto ricorso al bonus ha raggiunto i 7,5 miliardi di euro. (We Wealth)

Tutti i cittadini meritano gli stessi diritti, sia che vivano in un condominio a Torino piuttosto che in una casa singola ad Argentera. Fratelli d’Italia non accetterà mai una discriminazione simile e si batterà per la proroga delle due misure economiche. (Cuneodice.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr