Lugano, arrestato sacerdote per reati finanziari

Lugano, arrestato sacerdote per reati finanziari
laRegione ESTERI

Si legge dalla nota del Ministero pubblico: “Il sacerdote si è presentato spontaneamente il 19 novembre, al termine dei verbali di interrogatorio, è stato disposto il suo arresto.

Gli accertamenti riguardano in particolare una serie di presunti reati finanziari ai danni di alcuni congiunti del 40enne, di una parrocchia e di una fondazione.

Alla luce dei numerosi atti istruttori già predisposti o ancora da svolgere e in ragione della delicatezza della vicenda, non verranno rilasciate ulteriori informazioni. (laRegione)

Ne parlano anche altre testate

Le ipotesi di reato sono quelle di truffa, appropriazione indebita e riciclaggio di denaro. È quanto riporta laRegione.ch. (Ticinonews.ch)

L’inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Daniele Galliano. Tempo medio di lettura: (Luino Notizie)

Entrambi sono sospettati di truffa, appropriazione indebita e riciclaggio di denaro Il parroco di Cadro, don Samuele Tamagni, e la seconda persona, che era stata fermata dopo che il sacerdote si era consegnato spontaneamente, resteranno in carcere almeno fino a inizio gennaio. (RSI.ch Informazione)

Il fratello: «Imbarazzati da questa triste vicenda di debolezza umana»

Ti-Press / Carlo Reguzzi / archivio. «Il danno causato alla fondazione è minimo e non ne preclude l’attività». Nell'immagine d'archivio una campagna pubblicitaria anti violenza della Fondazione Tamagni. (Bluewin)

Successivamente è stata anche fermata un'altra persona coinvolta nei fatti sui quali sono ancora in corso le indagini. Gli accertamenti riguardano in particolare una serie di reati finanziari ai danni di alcuni congiunti del sacerdote, di una parrocchia e di una fondazione (La Stampa)

Sul suo conto pesano le accuse di appropriazione indebita, riciclaggio e truffa proprio ai danni della suddetta fondazione oltre che della parrocchia. «Siamo sorpresi come tutti e imbarazzati da questa triste vicenda di debolezza umana e al momento non abbiamo niente da aggiungere», conclude Maurizio Tamagni, attualmente all’estero e «non reperibile». (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr