SCUOLA/ Roberto Pellegatta, l’educazione è una vita (e non muore mai)

SCUOLA/ Roberto Pellegatta, l’educazione è una vita (e non muore mai)
Il Sussidiario.net INTERNO

Pensavo a questo guardando a quella bella fotografia: e quell’ultimo saluto si carica di stima, amicizia, intelligenza, partecipazione, impegno, tutto quello che Roberto semplicemente era”.

Tantissime le attestazioni di cordoglio e di stima espresse da amici, dirigenti ministeriali, accademici e personalità del mondo della scuola, dell’associazionismo e della ricerca.

L’apertura internazionale, infine, che ha consentito a Disal di incontrare molte scuole, associazioni professionali e reti di istituti stranieri, traduceva il suo anelito europeista e il desiderio di dialogo che lo animava. (Il Sussidiario.net)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ed egualmente incredibile è per alcuni aspetti il rifiuto dei Sindacati all’effettuazione dei corsi di aggiornamento obbligatorio in servizio per i docenti supplenti nominati su posto di sostegno senza il possesso della specializzazione, data, come detto, l’endemica carenza di docenti specializzati. (Tecnica della Scuola)

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni: tutti i posti rimasti disponibili dopo gli esiti della mobilità. In seguito alla pubblicazione degli esiti della mobilità del personale docente, ogni anno si apre poi il capitolo “utilizzazioni e assegnazioni provvisorie”. (Oggi Scuola)

Circolari non sono ordini di servizio, cosa fare se le richieste sono illegittime? Cosa che invece è contemplata per il personale ATA per la diversa natura della mansione a cui si è chiamati a svolgere. (Orizzonte Scuola)

La scuola scende in piazza: Consulcesi al fianco degli insegnanti

Sul sostegno le minori percentuali le riscontriamo nel grado di scuola primaria e in quella secondaria di secondo grado al Sud, dove appena il 10% di posti di sostegno sono liberi. In totale parliamo di 19.286 cattedre vuote al nord, contro le 7.113 al Centro e 4.352 al Sud. (Tecnica della Scuola)

Con i meccanismi di reclutamento proposti, delle tanto sbandierate 70mila assunzioni, già largamente insufficienti a coprire un numero ben più elevato di posti vacanti, se ne potranno fare, se va bene, la metà. (Valseriana News)

Il network legale sarà in piazza con i propri consulenti legali e poi sul portale Ricorso Insegnanti per dare informazioni e promuovere azioni legali mirate ai docenti precari e di ruolo che desiderano vedere riconosciuti i propri diritti. (Tecnica della Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr