Passata Petti nella bufera, spacciato per 100% italiano pomodoro che non lo era

Passata Petti nella bufera, spacciato per 100% italiano pomodoro che non lo era
Tiscali.it INTERNO

Erano già state etichettate come “pomodoro 100% italiano” o come “pomodoro 100% toscano” quelle pronte per essere vendute, mentre molte altre erano ancora in fusti e bidoni: i Carabinieri per la tutela agroalimentare hanno sequestrato una quantità impressionante di confezioni di passate: 4.477 tonnellate di pomodoro, per lo più confezioni di conserve (3.500 tonnellate) già falsamente etichettate.

“Il prodotto – si legge in una nota del Comando tutela Agroalimentare dei Carabinieri – veniva realizzato utilizzando rilevanti percentuali di pomodoro concentrato estero (extra-UE) miscelato a dosati quantitativi di semilavorati di pomodoro italiano“. (Tiscali.it)

Su altri giornali

Il prodotto, secondo le indagini, veniva realizzato utilizzando rilevanti percentuali variabili di pomodoro concentrato extra Ue miscelato a dosati quantitativi di semilavorati di pomodoro italiano (Sky Tg24 )

Scoprire che la passata Petti etichettata come “pomodoro 100% italiano” o come “pomodoro 100% toscano” era in realtà un prodotto semilavorato e concentrato di pomodoro di provenienza estera (extra-Ue) ha sconvolto i consumatori. (greenMe.it)

Passata di pomodoro ottenuta da concentrato di pomodoro estero venduta come prodotto contenente pomodoro 100% italiano o addirittura 100% toscano. Dove, anzi, si legge “100% pomodoro toscano”. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Cia Livorno. Italian Food, preoccupazione per lo svolgimento della prossima campagna del pomodoro da industria

Gli indagati hanno agito nei diversi ruoli dell'organigramma aziendale, ponendo in essere una sistematica produzione e fraudolenta commercializzazione di conserve di pomodoro falsamente etichettate. Nella realtà dei fatti le conserve venivano realizzate utilizzando rilevanti percentuali di pomodoro estero miscelato a semilavorati di pomodoro italiano. (ilmessaggero.it)

Petti, il pomodoro “Made in Italy” della Italia Food spa, che parla cinese – Sequestrate 4.477 Tonnellate di pomodoro. Nota del direttore. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa ma ci chiediamo come sia possibile che un’azienda come la Italia Food spa si presti a queste operazioni di frode in commercio mettendo a repentaglio l’attività dell’impresa e, ovviamente, il posto di lavoro di tanti lavoratori. (newsfood.com)

Le notizie delle ultime ore, che riguardano l’industria di trasformazione Italian Food di Venturina Terme, stanno suscitando allarme e preoccupazione, tra i produttori agricoli, per lo svolgimento della prossima campagna del pomodoro da industria. (Cia Toscana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr