Un gatto aveva un virus rarissimo. Morde la padrona e muore. Il Ministero avvia indagini

Un gatto aveva un virus rarissimo. Morde la padrona e muore. Il Ministero avvia indagini
Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo (Salute)

Intanto, per sicurezza, tutte le persone a contatto con il gatto sono state sottoposte a profilassi.

Prima di questo caso era stato rinvenuto solo una volta in un pipistrello del Caucaso nel 2002.

Non è passata inosservata, ad Arezzo (Toscana), la morte di un gatto, poi risultato positivo al Lyssavirus, un virus rarissimo riscontrato solo una volta al mondo nei pipistrelli.

La notizia riportata su altri giornali

Lo strano comportamento del gatto, poi un morso alla sua proprietaria. Play Replay Play Replay Pausa Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio Indietro di 10 secondi Avanti di 10 secondi Spot Attiva schermo intero Disattiva schermo intero Skip Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. (ArezzoNotizie)

Attualmente, si legge ancora, secondo il ministero della Salute non ci sono evidenze di trasmissione da animale a uomo. A titolo precauzionale, le persone che sono state a contatto con il gatto sono state sottoposte a profilassi. (L'HuffPost)

28 giugno 2020 36.122 visualizzazioni Link Embed. https://video.repubblica.it/natura/usa-il-gatto-e-rimasto-chiuso-fuori-casa-il-cane-lo-osserva-impassibile/363088/363646 Copia (La Repubblica)

Lo staff del Ministero della Salute ha riscontrato il virus in una porzione del cervello del gatto. In seguito alla morte del felino si è scoperto che aveva un raro virus tipico dei pipistrelli. (Baritalia News)

Il virus isolato appartiene a Lyssavirus tipici dei pipistrelli ed è diverso dal virus della rabbia classica. La Rabbia classica è generalmente trasmessa dai carnivori domestici e selvatici e gli ultimi casi erano stati segnalati in Italia nella volpe rossa, dal 2008 al 2011. (OK!Mugello. Notizie cronaca attualità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr