Mercato obbligazionario. Meno preoccupati per la variante Omicron

Dove Investire ECONOMIA

Una nuova ondata di coronavirus potrebbe persino portare a un’inversione, poiché il mercato dovrà riconsiderare la crescita economica futura.

È un segno che il mercato si aspetta che le banche centrali si impegnino in politiche monetarie accomodanti per salvare ancora una volta l’economia.

La variante Omicron non distoglierà la Federal Reserve dall’inflazione. Sembra un déjà vu: un altro ceppo di Covid spinge i governi ad aumentare le restrizioni ai viaggi mandando nel panico il mercato. (Dove Investire)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Inutile sottolineare qui l’importanza delle campagne di vaccinazione e del coordinamento, anche internazionale, sulle misure da adottare al riguardo. Sarà, in ogni caso, una prova, se così’ accadrà, fondamentale per il Governo, mentre incombe la scelta, anch’essa decisiva, del Capo dello Stato (Il Riformista)

A risentirne sono state anche le borse con Tokyo che ha chiuso in calo dell’1,6% e Seul del 2,4%. Il crollo delle borse europee. (Metropolitan Magazine )

Continua la salita di EUR/USD, che dopo aver toccato i minimi da giugno 2020 in area 1,12 è riuscito a riprendere forza tornando in zona 1,1360. Intanto, il principale cambio Forex sta per mettere a segno la serie di rialzi più importante del 2021. (Investire.biz)

Anche le compagnie aeree e le società di prenotazione online hanno subito perdite che hanno superato di gran lunga la tendenza generale al ribasso. All'altra estremità dello spettro, i produttori di vaccini Pfizer e Moderna sono aumentati, mentre anche altri "vincitori della pandemia" come Zoom, Peloton e Netflix hanno eluso il sell-off (idealista.it/news)

Naturalmente andranno monitorate tutte le eventuali notizie sulla nuova variante COVID I trader hanno reagito alla scoperta della nuova variante Omicron del virus COVID scoperta in Sudafrica vendendo in modo generalizzato asset rischiosi. (lamiafinanza)

Perché più aumentano i contagi più potrebbe essere destinato a salire il costo di beni e servizi (inflazione). Fino ad oggi infatti, le banche centrali si sono limitate a considerare l’inflazione un fenomeno temporaneo dipendente da un’anomalia nel bilanciamento della domanda. (Virgilio Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr