Virginia Raggi secondo alcuni dovrebbe scomparire in silenzio: mi pare irrealistico

Virginia Raggi secondo alcuni dovrebbe scomparire in silenzio: mi pare irrealistico
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Ma forse anche perché tra i gruppi parlamentari in diversi si stanno rendendo conto che, pur se fortemente ridimensionato, un elettorato a Roma Virginia Raggi ce l’ha ancora, come un seguito nazionale testimoniato dal doppio dei voti degli iscritti ottenuti nell’elezione al comitato dei Garanti, rispetto a Fico e Di Maio.

Colloqui istituzionali e “di cortesia” secondo la sindaca uscente, in cui mettere al centro i dossier e quelle che considera le priorità per la città. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre fonti

Almeno un «voto personale», dato che l'ex premier risiede a Roma e andrà al seggio in centro storico. Cronometro alla mano, è durato di più l'incontro di ieri tra Virginia Raggi e Roberto Gualtieri, rispetto a quello con Michetti di venerdì. (ilmessaggero.it)

Virginia Raggi si siederà all’opposizione nel consiglio comunale di Roma, al di là dell’intesa Pd-M5S che “a livello nazionale c’è”. “Io non do indicazioni di voto per il ballottaggio, le persone devono essere libere di scegliere quello che più ritengono sulla base dei programmi e delle candidature. (LiberoReporter)

Bruxelles, 14 ott. (LaPresse) -. (LaPresse)

Ballottaggio Roma, il caffé Gualtieri-Raggi: «A te un ruolo nell'Expo». La sindaca: «Ma sto all'opposizione»

È la prima di tante riunioni che faremo per riorganizzare il lavoro su Roma”. A chi le fa notare che qualcuno interpreterà queste sue mosse come la creazione di una corrente interna, risponde: “L’ho già detto, non è una corrente” (LaPresse)

Continuano a rincorrersi le voci che danno Virginia Raggi e l'universo politico che contorna l'ex sindaco di Roma in continuo movimento. La domanda è sempre la stessa: la pentastellata è disposta a provocare o ad assecondare una scissione dal resto del MoVimento 5 Stelle? (il Giornale)

Nel 2016 Raggi ha vinto le elezioni raccogliendo al ballottaggio anche i voti della destra: prima del voto Giorgia Meloni, che allora era arrivata terza, non aveva dubbi: «Voterei Raggi al ballottaggio». (Domani)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr