Il ciclone Fedez, dal live del Primo Maggio ora si abbatte sulla politica: Letta e Conte con lui, Salvini lo invita per un caffé

Il ciclone Fedez, dal live del Primo Maggio ora si abbatte sulla politica: Letta e Conte con lui, Salvini lo invita per un caffé
leggo.it CULTURA E SPETTACOLO

Il rapper non ha fatto altro che portare sul palco le tematiche che affronta sul suo profilo Instagram da oltre 12 milioni di follower.

In favore di Fedez è sceso in campo anche un collega illustre, Vasco Rossi, sottolineando l’importanza del suo intervento

Giusto far sapere ai giovani che il Ddl Zan difende i più deboli». Mario Adinolfi: «Fedez?

Un mondo dimenticato dalla politica, come ha detto il cantante rivolgendosi a Draghi, sul palco dell’Auditorium, in occasione della Festa dei lavoratori. (leggo.it)

Su altri giornali

E proprio per questo non aveva alcun senso proporre un argomento del genere dal palco della festa dei lavoratori. Fedez è un artista di talento e un ragazzo sensibile e simpatico, ma ha un malinteso senso della libertà di parola. (L'Eco di Bergamo)

Ecco cosa si intende per “contesto” e che i dirigenti iCompany e Rai nella telefonata non hanno saputo spiegargli Il tema non è la libertà d’espressione, ma la faziosità e l’assenza di contraddittorio dei contesti in cui viene permesso loro di farlo. (Startmag Web magazine)

La telefonata con la vicedirettrice della terza rete, ex portavoce di Walter Veltroni, approderà in Vigilanza. Fabrizio Salini sbaglia il comunicatoQuando ieri pomeriggio, mentre la polemica impazza, Giulia Berdini, la fidanzata del direttore di Rai 3 Franco Di Mare, insulta pesantemente Fedez su In (La Verità)

E' scontro tra Fedez e Salvini: e tu, con chi stai?

Fedez accusa i vertici di Rai3 di avergli chiesto di omettere nomi e partiti dal suo intervento sul palco del Concertone, la Rai controbatte smentendo pressioni e censure preventive. Ma il cantante non ci sta e, subito il suo discorso sul palco del concerto del Primo Maggio, ribatte su Twitter: «La Rai smentisce la censura. (Corriere della Sera)

È quasi commovente che, in un programma popolare della televisione generalista, venga evocato il «politicamente corretto». Fino a qualche tempo fa era materia da intellettuali noiosetti, era financo difficile discuterne sui giornali. (La Verità)

I due hanno iniziato a litigare a distanza sin dalla vigilia del Concertone del Primo Maggio, e i toni non si sono ancora smorzati. Vota il nostro sondaggio (La Provincia di Cremona)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr