Sempre 25 novembre: i numeri della violenza sulle donne

Sempre 25 novembre: i numeri della violenza sulle donne
La Repubblica INTERNO

L’82 per cento delle donne italiane sono state uccise da italiani

Ad oggi, sono 263 gli omicidi con 109 vittime donne e 93 di queste sono state uccise in ambito familiare o comunque affettivo.

Dal 15 al 21 novembre 2021, in appena sei giorni, sono sono state uccise 6 donne.

Quest'anno, sono state 63 le donne uccise dal marito o dal partner.

Nel 2021 ogni giorno in Italia 89 donne sono state vittime di violenza. (La Repubblica)

Ne parlano anche altri media

Siamo passati dall’abrogazione delle disposizioni sul delitto d'onore nel 1981 al Codice rosso di oggi. Di fronte a chi trema all’idea di denunciare per non dover affrontare l’onta di fronte ad un sistema che è bravo solo a giudicare, rendendo le donne doppiamente vittime, c’è bisogno di persone preparate (Today)

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati Quello che spinge a chiamarli ancora mariti, fidanzati o ex anche dopo le violenze. (ilmattino.it)

Sonia Di Maggio 01/02/2021. Sonia Di Maggio, 29 anni, è stata uccisa la sera del 1 febbraio 2021 a Minervino di Lecce Rita Amenze 10/09/2021. Una donna è stata uccisa stamane a colpi d'arma da fuoco a Noventa Vicentina, provincia di Vicenza. (Gazzetta del Sud)

Violenza contro le donne. La radice del femminicidio è nella cultura patriarcale

Cecilia è l’ultima vittima. L’ha uccisa in un parco il suo ex fidanzato, già arrestato e condannato per stalking. (La Stampa)

I dati sui femminicidi, in Italia, restituiscono la fotografia di un Paese in cui le donne non sono ancora sufficientemente tutelate dall’ordinamento. Fatto reso più grave se si considera che circa due donne su tre vivono nel silenzio le aggressioni che precedono il femminicidio. (Open)

Nell’ultima settimana, infatti, abbiamo detto addio a quattro donne e a tre bambini, a causa di partner o ex partner. La solitudine della violenza Le donne che subiscono violenza scivolano in una spirale di solitudine: probabilmente si vergognano a parlarne o temono il giudizio degli altri (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr