L’asilo degli orrori: bimbi picchiati con le mazze e torturati con i peperoncini

L’asilo degli orrori: bimbi picchiati con le mazze e torturati con i peperoncini
Minformo INTERNO

Li picchiavano con mazze di ferro, li spogliavano e li costringevano a stare al buio, li torturavano con peperoncino negli occhi e tra le natiche.

L’incubo è stato scoperto dopo, col prosieguo delle indagini.

Un asilo lager, quello che è stato scoperto con delicatissime indagini dalla Polizia di Stato di Caserta in un appartamento di Castel Volturno.

Gli agenti hanno scoperto che la coppia aveva trasformato l’asilo in un luogo di torture e vessazioni, sia fisiche, sia psicologiche

Un vero e proprio asilo degli orrori è stato scoperto in Campania, nel quale i bambini venivano picchiati con le mazze e torturati con i peperoncini. (Minformo)

Su altre fonti

I “carcerieri” dei piccoli erano due coniugi ghanesi, di 35 anni, entrambi arrestati a Castel Volturno (Caserta) dalla Polizia. Un asilo trasformato in un vero e proprio lager, in cui i bambini venivano puniti con metodi da tortura come lo spezzamento delle unghie, il peperoncino negli occhi o rinchiusi in stanze buie. (Stylo24)

Chi sta bloccando da mesi il progetto Lega di telecamere obbligatorie in asili e case di riposo, chieda scusa a questi bimbi”. Durissimo il commento del leader della Lega Matteo Salvini dopo l'arresto dei due coniugi: “Schifosi. (CasertaNews)

Un quadro a dir poco allarmante è emerso a seguito delle indagini nell’asilo degli orrori, ove avvenivano episodi ai limiti dell’assurdo: un asilo abusivo, luogo da incubo per i minori É quanto accaduto a Castel Volturno, in provincia di Caserta, dove una coppia avrebbe messo in piedi un vero e proprio asilo degli orrori. (TeleradioNews)

Asilo lager e abusivo a Castel Volturno, bimbi picchiati con bastoni: arrestata una coppia

Tra l’altro a dare in affidamento i loro figli alla coppia dietro il pagamento di una retta erano sovente anche famiglie di extracomunitari residenti in Italia, ignari di cosa accadesse tra quelle mura. (Il Sussidiario.net)

– Un asilo degli orrori, in cui i bimbi non venivano accuditi o educati, ma puniti con metodi da tortura, come lo spezzamento delle unghie e il peperoncino negli occhi, tenuti segregati in stanze buie: lo ha scoperto a Castel Volturno la Polizia, che ha messo agli arresti domiciliari, su ordine del gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, due coniugi ghanesi di 35 anni, che gestivano l’asilo abusivo. (ilgiornalelocale)

A Castel Volturno la polizia ha scoperto un asilo lager: fermata una coppia di 35enni. Asilo lager a Castel Volturno, altri spiacevoli episodi. (Notizie.it )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr