Al giudice il 29enne ha detto di non avere una “spiegazione ragionevole” di ciò che aveva fatto

Yahoo Notizie ESTERI

Giudici che tra l’altro hanno dovuto anche visionare il materiale fotografico con la “prova regina” del crimine.

Poi, forse nel tentativo di alleggerire la propria posizione, ha affermato che il tatuaggio non sarebbe più visibile.

Il soldato ha comunque dato una spiegazione quanto meno onesta del suo gesto e secondo quanto riportato dai media avrebbe laconicamente ammesso: “Non posso fornire una spiegazione ragionevole per ciò che ho fatto”. (Yahoo Notizie)

La notizia riportata su altre testate

Eppure nessuna delle due cose ha fermato un soldato 29enne austriaco che ora per il suo tatuaggio è stato condannato a 19 mesi di carcere. Il soldato è stato inoltre accusato di aver pubblicato foto naziste in un museo bunker della Guerra Fredda, di aver bevuto vino a marchio Hitler e di aver pubblicato online frasi di propaganda nazista. (Today.it)

Militare condannato a 19 mesi di carcere: tutta colpa di un tatuaggio sui genitali

Un divieto che conosceva bene il militare 29enne che qualche giorno fa è stato condannato a 19 mesi di carcere per apologia del nazismo. Insomma sembra che il giovane militare avesse una fascinazione per il periodo storico ed il movimento nazional socialista. (Periodico Italiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr