Voli fantasma, Ryanair sfida Lufthansa: “Abbassate i prezzi dei biglietti o vendete gli slot”

Voli fantasma, Ryanair sfida Lufthansa: “Abbassate i prezzi dei biglietti o vendete gli slot”
EuropaToday ECONOMIA

Alla base della norma sull’utilizzo degli slot sta la norma “use it or lose it” (o lo usi o lo perdi).

Un numero di voli fantasma che sembra destinato a crescere nei prossimi mesi, stando a quanto dichiarato da Lufthansa.

E l’amministratore delegato di Ryanair gli risponde: “Abbassate i prezzi o vendete gli slot”.

È proprio il caso di dirlo: tra due delle più grosse compagnie aeree europee, Ryanair e Lufthansa, volano gli stracci. (EuropaToday)

Ne parlano anche altri giornali

Le compagnie aeree sono costrette a effettuarli, anche con pochissimi passeggeri a bordo, pur di conservare le finestre di decollo dagli aeroporti e di atterraggio. Al momento, le norme europee impongono di fare almeno il 50% dei collegamenti per ogni rotta. (Roccarainola.net)

Alla sospensione della normativa nel periodo di massima crisi per la pandemia, ha fatto seguito la reintroduzione con un margine percentuale inferiore, destinato a salire dal 50 al 65% (Teleborsa)

Tra gli esempi citati dall’emittente a stelle e strisce, non manca Lufthansa, il cui amministratore delegato Carsten Spohr ha affermato recentemente che verranno operati 18mila voli non necessari per mantenere gli slot assegnati. (Webitmag - web in travel magazine)

Wizz Air riaccende la diatriba con i vettori legacy sull'utilizzo degli slot aeroportuali

Grazie alle regole stabilite, si impedisce i voli fantasma “La posizione della Commissione è chiara: i voli fantasma sono un male per l’economia e per l’ambiente“, sostiene Stefan De Keersmaecker, portavoce dell’esecutivo comunitario per questioni di salute e trasporti. (EuNews)

Lufthansa si lamenta dei “voli fantasma”, non per la tutela ambientale, ma piuttosto per tutelare ulteriormente il regime degli slot e per proteggere i propri slot, che non utilizza, eliminando la concorrenza e la libera scelta dei consumatori. (Ferrovie.info)

“Lasciate le regole degli slot come erano prima della pandemia e sarà il mercato a risolvere il problema”, ha dichiarato Varadi a Reuters. Tali regole, secondo il ceo della low cost, Jozsef Varadi, non dovrebbero essere cambiate per proteggere le compagnie aeree tradizionali e se queste ultime non sono in grado di utilizzarli, gli slot dovrebbero essere messi a disposizione dei competitor. (Travel Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr