INFLAZIONE & MATERIE PRIME/ La tempesta in arrivo favorita dalle Banche centrali

Il Sussidiario.net ECONOMIA

E di fronte a questa tempesta in arrivo, cos’hanno fatto i governi, le banche centrali e le altre istituzioni interessate?

Non mi riferisco quindi al solo dato dell’inflazione, quello secondo il quale in Italia saremmo a un “normale” +2,5% (dato di settembre).

Ma tutto questo accade in tempi normali, non può essere ritenuto un criterio valido in tempi di continua droga monetaria.

Stiamo aspettando: non Godot, ma un altro San Benedetto, senza dubbio molto diverso”

Soprattutto il criterio non può essere rovesciato: una sana inflazione viene dopo la crescita economica, come una possibile conseguenza; ma un’inflazione che si verifica senza crescita economica è un segnale davvero molto brutto per l’economia. (Il Sussidiario.net)

Su altre fonti

In sostanza, a spingere nella direzione di un’unione monetaria completa dovrebbero essere i più ortodossi in politica monetaria La sfida per i governi è proprio questa: come dare un assetto solido al ruolo di politica di stabilizzazione economica a livello aggregato dell’area monetaria. (Il Sole 24 ORE)

(Reuters) - La Banca centrale europea può mettere fine agli acquisti di bond in emergenza la prossima primavera e deve mantenere sotto controllo i prezzi al consumo, in quanto un'inflazione persistentemente alta potrebbe richiedere una riduzione dello stimolo. (Yahoo Finanza)

Il mercato sta prezzando un rialzo dei tassi BCE entro la fine del 2022, molto prima di quanto le ultime previsioni o il tono stesso della BCE lascino intendere. È oramai chiaro che ci sono divergenze non solo tra il mercato e la BCE ma – forse più rilevanti – all’interno del Consiglio stesso (lamiafinanza)

In questo clima le borse europee sono poco mosse e in ordine sparso. Di fronte a queste valutazioni gli investitori sono intervenuti sul segmento obbligazionario con riposizionamenti molto decisi. (Rai News)

L'attenzione degli investitori resta concentrata sullee soprattutto sulle indicazioni sull'inflazione nell'Eurozona che arriveranno dalla presidente dell'Eurotower,Sul mercato valutario, stabile l', che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,161. (Borsa Italiana)

Come ampiamento atteso, la policy della Bce è rimasta invariata nella riunione di ieri, nonostante l’inflazione stia crescendo. Forse il punto più interessante della riunione di ottobre della BCE è l’interazione tra la guidance della BCE e il suo outlook sull’inflazione rispetto alle aspettative del mercato sui tassi d’interesse. (Wall Street Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr