Banco BPM sugli scudi, per Jefferies è "buy" Da Reuters

Investing.com ECONOMIA

(Claudia Cristoferi, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Jefferies ha anche avviato la copertura di BPER (MI: ) (+1,8% a 2,06 euro) con "hold" e target a 2,3 euro.

Considerando anche le buone prospettive sul costo del rischio, Jefferies fissa le sue stime il 30% sopra il consensus, e ritiene che il piano industriale che sarà presentato a novembre potrebbe fungere da catalizzatore.

(Reuters) - Con il suo +3%, Banco Bpm (MI: ) è la migliore tra le blu chip italiane dopo il "buy" assegnato al titolo da Jefferies. (Investing.com)

Su altri media

Sponda al titolo arriva da Jefferies che ha avviato la copertura con rating buy e prezzo obiettivo a 3,5 euro. Chiusura positiva per Piazza Affari che si accoda al sentiment positivo di Wall Street e delle altre Borse mondiali. (Finanzaonline.com)

Piazza Affari chiude in bellezza una settimana intonata al rialzo che ha riportato la Borsa milanese nei pressi dei massimi pluriennali. La nuova salita dei prezzi del petrolio sostiene il titolo Eni che chiude a +1,9% a 12,208 euro. (Finanzaonline.com)

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno. Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute. (Borsa Italiana)

Quindi, il Ftse Mib Future è finalmente pronto a rivedere livelli che non tocca da oltre 10 anni. Il Ftse Mib Future è finalmente pronto a rivedere livelli che non tocca da oltre 10 anni: le indicazioni dell’analisi grafica. (Proiezioni di Borsa)

(Teleborsa) - Aggiornamento ore 15.50. Allunga il passo rispetto alla seduta precedente il principale indice della Borsa di Milano, portandosi a 26.504. Supporto a 26.400. (Teleborsa)

L’indice Ftse Mib si è infatti appoggiato al solido sostegno grafico posto in area 25.600-25.550 punti e ha compiuto un veloce balzo in avanti. Solo il ritorno sotto 25.550 potrebbe annullare i recenti progressi e fornire un primo segnale di debolezza, poi confermanto dal cedimento del sostegno posto a 25.300 punti. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr