Spazio, fotografato il getto di un buco nero mentre risucchia materia

Spazio, fotografato il getto di un buco nero mentre risucchia materia
Rai News SCIENZA E TECNOLOGIA

Centaurus A Spazio, fotografato il getto di un buco nero mentre risucchia materia In una galassia a 11 milioni di anni luce. Condividi. 📸🌌 L'Event Horizon Telescope ha fotografato il cuore della galassia Centaurus A con dettagli senza precedenti, osservando la presenza di un gigantesco getto di materia che conferma la presenza di un buco nero super massiccio al suo interno.

Il buco nero Centaurus A, rispetto a quello della galassia M87,distante 55 milioni di anni luce dalla Terra e protagonista della foto storica del 2019, ha una massa inferiore. (Rai News)

La notizia riportata su altri giornali

Se la forte attrazione gravitazionale di un buco nero attira tutta la materia circostante, un getto relativistico può nascere solo al di fuori di esso, sicuramente oltre l’orizzonte degli eventi: la regione in cui nulla, né materia né luce, può scappare al buco nero. (Global Science)

Non tutte le galassie hanno lo stesso tasso di nascita di nuove stelle. Mentre in alcune di esse la formazione di nuove stelle è abbastanza veloce, in altre il tasso sembra essere inusitatamente basso, tanto da far apparire le galassie in cui si trovano come “quiescenti”. (Notizie scientifiche.it)

Al centro di Centaurus A si trova un buco nero con una massa pari a 55 milioni di soli (il buco nero nella galassia M87 è 6 miliardi e mezzo di soli e quello al centro della Via Lattea è circa 4 milioni di soli). (Media Inaf)

Dopo aver scattato la prima immagine di un buco nero, l'Event Horizon Telescope si concentra sui piani cosmici

L’immagine è un altro risultato del progetto Event Horizon Telescope (Eht) che, tra l’altro, ha portato, nel 2019, alla prima foto di un buco nero, in quel caso collocato nel supermassiccio M87. Si tratta di Centaurus A, un buco nero collocato in una galassia ad oltre 11 milioni di anni luce dalla nostra posizione. (Scienzenotizie.it)

Il protagonista è Centaurus A, al centro di una galassia a circa 11 milioni di anni luce dalla Via Lattea. Il getto fotografato è prodotto dalla materia mentre precipita nel buco nero, risucchiata dall'attrazione gravitazionale. (Sky Tg24 )

Ha anche permesso loro di fotografare l’aereo vicino al buco nero. Ma anche i buchi neri supermassicci, le lacune gravitazionali al centro delle galassie, sono disponibili in una gamma di dimensioni. (Amantea online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr