Bonus auto, tornano gli incentivi per veicoli non inquinanti e infrastrutture ricarica elettrica

Gazzetta del Sud ECONOMIA

L’incentivo è riconosciuto nel limite di spesa di euro 40 milioni, a valere sulle risorse del Fondo automotive.

Con successivi provvedimenti ministeriali verranno disciplinate le procedure per l’erogazione delle agevolazioni previste nei due Dpcm

Contributo per l’acquisto di infrastrutture di potenza standard per la ricarica di veicoli. Inoltre, per l’anno 2022 viene introdotto nel Dpcm un contributo per l’acquisto di infrastrutture di potenza standard per la ricarica di veicoli alimentati ad energia elettrica. (Gazzetta del Sud)

Ne parlano anche altre fonti

Una misura che potrebbe essere d’aiuto al mercato automobilistico nazionale, che nell’ultimo trimestre sembra aver perso anche lo slancio del motore elettrico. Qui ci sono 2,5 miliardi di euro di risorse fino al 2030 (50 milioni di euro per il 2022 e 350 milioni per ogni anno dal 2023 al 2030). (Key4biz.it)

Ti invieremo gratuitamente la nostra famosa rassegna fiscale, e ogni tanto ti segnaleremo e-book, software e circolari che potrebbero interessarti. L’incentivo è riconosciuto nel limite di spesa di euro 40 milioni, a valere sulle risorse del Fondo automotive. (Fiscoetasse)

A quanto pare, però, non verranno tolte le agevolazioni fiscali in caso di bollo auto e auto aziendale Finora era possibile un totale di 6.750 euro. (TecnoAndroid.it)

Ma l’Unrae sottolinea anche come ora divenga urgente completare l’iter del provvedimento in tempi brevi. Lo comunica l’Unrae, con grande soddisfazione, in particolare per il bonus per le infrastrutture di ricarica private. (Economy Magazine)

I correttivi agli incentivi auto erano stati richiesti a gran voce dai protagonisti del settore, dopo aver notato quanto poco erano stati utilizzati i bonus per le auto elettriche e ibride plug-in. I bonus saranno estesi dunque anche alle “persone giuridiche che noleggiano le autovetture purché ne mantengano la proprietà almeno per 12 mesi“. (FormulaPassion.it)

Contributo per l’acquisto di infrastrutture di potenza standard per la ricarica di veicoli. Inoltre, per l’anno 2022 viene introdotto nel Dpcm un contributo per l’acquisto di infrastrutture di potenza standard per la ricarica di veicoli alimentati ad energia elettrica. (Gazzetta del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr