Omicidio di Formia, arresti domiciliari per lo studente accusato della morte di Romeo Bondanese

Omicidio di Formia, arresti domiciliari per lo studente accusato della morte di Romeo Bondanese
Temporeale Quotidiano INTERNO

A cominciare da una piena confessione del responsabile della morte di Romeo, oppure altri arresti, oppure altri chiarimenti su quello che è accaduto quella sera.

Sarà trasferito quindi dal centro d’accoglienza minorile di via Virginia Agnelli, al Portuense, nella sua abitazione a Casapulla, in provincia di Caserta.

“Siamo sgomenti: come famiglia ci saremmo aspettati ben altre notizie – spiega proprio lo zio di Romeo -. (Temporeale Quotidiano)

Su altri giornali

Era stato individuato in seguito alle indagini L’uomo era stato assegnato ai domiciliari dopo l’arresto, nel mese d’agosto dello scorso anno, con l’accusa d’aver rapinato del portafogli e dello smartphone ad un cinquantenne. (Gazzetta del Sud - Edizione Cosenza)

Arresti domiciliari per Camillo B., il 16enne di Casapulla accusato di aver ucciso, martedì sera in via Vitruvio, Romeo Bondanese e ferito il cugino di quest’ultimo, Osvaldo V. Le indagini proseguono e il numero degli indagati, seppure partendo dalle accuse di rissa, è destinato a crescere (h24 notizie)

C.B. Viene curato nel pronto soccorso dove nel frattempo muore dissanguato Romeo, per un colpo alla femorale che non perdona. (La Sentinella del Canavese)

Ai domiciliari ma continua a spacciare: scoperto dai Carabinieri

Nelle scorse ore sono stati sequestrati abiti e telefoni di quanti sono stati al momento rintracciati. L’accusa nei suoi confronti, ed è questa anche l’altra novità della giornata, è quella di omicidio preterintenzionale per la morte di Romeo Bondanese. (LatinaToday)

Droga a domicilio, arresto bis per la 46enne di Solopaca Nuova ordinanza ai domiciliari per Angela Fusco, già fermata nell'ottobre del 2020. Destinataria dell'ulteriore ordinanza di custodia cautelare, Angela Fusco (avvocato Ettore Marcarelli), 46 anni, di Solopaca, arrestata dai carabinieri in una indagine antidroga diretta dal sostituto procuratore Maria Gabriella Di Lauro. (Ottopagine)

Un 28enne biscegliese, già noto alle forze dell'ordine e peraltro sottoposto agli arresti domiciliari, è stato scoperto dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta intento nel proseguire l'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a causa della quale gli era stata comminata la restrittiva. (BisceglieViva)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr