Tre regioni in arancione da oggi, altre nove ancora in zona rossa. Dalla scuola alle visite, cosa si può fare e cosa no

Tre regioni in arancione da oggi, altre nove ancora in zona rossa. Dalla scuola alle visite, cosa si può fare e cosa no
leggo.it INTERNO

In arancione tutte le altre, ovvero le province di Trento e Bolzano, Veneto, Lazio, Liguria, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

Le ultime due, per via di un indice di contagio superiore a 1,25, resteranno in zona rossa almeno per altre due settimane.

In zona rossa chiusi parrucchieri, centro estetici, negozi di abbigliamento, calzature e gioiellerie (aperti invece in zona arancione), mentre restano aperti tutti gli altri, dagli alimentari a edicole, farmacie, tabaccherie, lavanderie, ottici, profumerie, negozi di intimo, ferramenta e negozi per bambini

La pandemia di Covid continua a correre e continua anche la divisione in “colori” delle Regioni italiane. (leggo.it)

Ne parlano anche altri media

Quali attività potrebbero riaprire prima? Non è tutto perché, sempre i contagi lo permetteranno, potrebbero riaprire anche parrucchieri e centri estetici in zona rossa (MilanoToday.it)

Bar e ristoranti chiusi, sì servizio a domicilio e asporto (fino alle 18 bar, alle 22 altri). Covid, da oggi i nuovi colori: 9 regioni in zona rossa, il resto in arancione. (Orizzonte Scuola)

L’Italia da oggi torna ad essere divisa in zone rosse e arancioni: vediamo quali sono tutte le regole e i divieti da rispettare. Le regioni invece che passano in zona arancione sono le seguenti: Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Marche, Molise, , Sardegna, Sicilia, Umbria, Veneto (Altranotizia)

Oggi tornano i colori delle Regioni: 9 in rosso e 11 in arancione

Anche con il colore arancione restano chiuse le palestre e le piscine Undici saranno le regioni in zona arancione e nove quelle in zona rossa, mentre il governo di Mario Draghi lavora a una possibile, graduale riapertura a partire dal 20 aprile dove i numeri dell'epidemia saranno in miglioramento. (CataniaToday)

Anche i pazienti Covid ricoverati in ospedale superano aumentano vertiginosamente: sono esattamente 1.127, di cui 153 in terapia intensiva. L’unico dato positivo è la diminuzione del del numero delle vittime: nella settimana passata i morti sono stati 114, il 25,5% in meno rispetto ai 153 della settimana precedente (Il Giornale Di Pantelleria)

SECONDE CASE – Sarà sempre possibile raggiungere le seconde case, anche in zona rossa, a patto che non ci siano però ordinanze dei presidenti di Regione che impongono regole più restrittive Sarà sempre possibile rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr