Astrazeneca, Locatelli: “Niente suggerisce di non somministrare la seconda dose, pur avendo ancora dati…

Astrazeneca, Locatelli: “Niente suggerisce di non somministrare la seconda dose, pur avendo ancora dati…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

“Al momento non ci sono elementi per non considerare la somministrazione della seconda dose del vaccino Astrazeneca per chi ha già ricevuto la prima “. Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli , durante la conferenza stampa al ministero della Salute sulle valutazioni dell’Ema sul vaccino Astrazeneca . Il direttore dell’Aifa, Nicola Magrini , ha specificato che “su 600mila persone che hanno ricevuto la seconda dose di Astrazeneca nessuno ha riscontrato eventi trombotici”

(Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altri media

Astrazeneca è un buon vaccino , i dati inglesi ce lo confermano, anche con una sola dose hanno abbattuto la morbidità e la mortalità. Quando parliamo di eventi avversi rari sappiamo che costituiscono eventi drammatici ma grazie a questo vaccino in Inghilterra la mortalità è stata abbattuta, dobbiamo aumentare la nostra capacità vaccinale”. (Il Fatto Quotidiano)

Le parole del direttore della Prevenzione del ministero - Ansa /CorriereTv. "Grazie a questo vaccino in Gran Bretagna la mortalità è stata sostanzialmente abbattuta mentre noi abbiamo ancora una situazione che deve fare riflettere. (Corriere TV)

«Fra queste 79 persone, 19 sono tristemente morte», ha aggiunto Raine, precisando i casi registrati nel Regno hanno riguardato «51 donne e 28 uomini, di età compresa fra 18 e 79 anni» (con tre morti su 19 sotto i 30 anni). (Giornale di Sicilia)

In Gran Bretagna vaccino AstraZeneca sconsigliato agli under 30

«Forte possibilità» di un legame fra trombosi e Astrazeneca. L'autorità britannica sui farmaci, la Mhra, interviene su legame fra trombosi e Astrazeneca In Inghilterra ora sono 76 i casi sospetti e 19 i morti dopo aver ricevuto il vaccino prodotto dall'azienda anglo-svedese. (ilmessaggero.it)

Secondariamente, anche se il Regno Unito fosse rimasto uno stato membro, avrebbe potuto fare a modo suo sui vaccini, come d’altronde qualsiasi altro stato membro dell’Unione Europea. (Il Fatto Quotidiano)

“Fra queste 79 persone, 19 sono tristemente morte”, ha aggiunto Raine, precisando i casi registrati nel Regno hanno riguardato “51 donne e 28 uomini, di età compresa fra 18 e 79 anni” (con tre morti su 19 sotto i 30 anni). (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr