11 settembre, divulgato da Fbi il primo documento sulle indagini: ecco cosa è emerso

11 settembre, divulgato da Fbi il primo documento sulle indagini: ecco cosa è emerso
Per saperne di più:
VoceControCorrente.it ESTERI

Da allora però un certo numero di membri della Commissione avevano fatto presente che non era stata condotta un’inchiesta esaustiva su un possibile coinvolgimento del governo di Riad

Il governo saudita ha sempre negato ogni coinvolgimento.

Il documento riferisce di un suo intenso coinvolgimento nel garantire “assistenza sui viaggi, logistica e finanziaria” a vantaggio dei due dirottatori.

Il Federal Bureau of Investigation (Fbi) americano ha divulgato – in linea con l’ordine esecutivo del presidente Joe Biden – il primo di una serie di documenti relativi all’ inchiesta sugli attentati terroristici dell’11 settembre e sul sospetto appoggio saudita ai dirottatori. (VoceControCorrente.it)

Su altre fonti

Il Federal Bureau of Investigation dietro ordine del Presidente americano Joe Biden ha rilasciato sabato il primo di diversi documenti relativi all'indagine sull'11 settembre in cui vi è il forte sospetto che il governo saudita abbia sostenuto i dirottatori. (Antimafia Duemila)

Il rapporto di 16 pagine, pubblicato nel 20° anniversario degli attacchi, è il primo documento investigativo ad essere divulgato da quando il presidente Joe Biden ha ordinato una revisione e declassificazione di materiali che per anni sono rimasti segreti». (Silenzi e Falsità)

Anche la commissione parlamentare sull’11 settembre nel 2004 aveva sostenuto che "non ci sono prove che il governo saudita o suoi funzionari abbiano finanziato gli attacchi". Oltre a Bin Laden ben 15 dei 19 terroristi dell’11 settembre erano sauditi. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Reso pubblico il contenuto del primo documento Fbi sulla “pista saudita” nella strage delle Torri gemelle. Nascosto per 20 anni – Friulisera

E l’uccisione di Osama bin Laden, uno degli obiettivi dichiarati della guerra, è avvenuta ad Abbottabad, in Pakistan. (Notizie Geopolitiche)

PII aveva contatti con due sauditi, il "gregario" Omar al-Bayoumi e Fahad al-Thumairy, ritenuti due degli uomini che hanno offerto "significativo supporto logistico" ad alcuni dei dirottatori. Il dossier pubblicato si basa sull'interrogatorio del 2015 condotto dagli agenti dell'Fbi su un uomo - identificato solo come PII - che aveva lavorato nel consolato saudita di Los Angeles e che aveva ospitato in casa due dirottatori dell'11 settembre. (laRegione)

Il documento descrive i contatti che i terroristi hanno avuto con diplomatici sauditi negli Stati Uniti anche se non offre prove definitive di un coinvolgimento del governo dell'Arabia Saudita. Il rapporto di 16 pagine, pubblicato nel 20° anniversario degli attacchi, è il primo documento investigativo ad essere divulgato da quando il presidente Joe Biden ha ordinato una revisione e declassificazione di materiali che per anni sono rimasti segreti. (Friuli Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr