Pisa choc, obbliga la moglie a far sesso di gruppo con uomini conosciuti sul web: arrestata guardia giurata

Pisa choc, obbliga la moglie a far sesso di gruppo con uomini conosciuti sul web: arrestata guardia giurata
leggo.it INTERNO

Il marito la obbligava a rapporti sessuali con altri uomini, in alcuni casi anche usando violenza.

Immediatamente sono scattate le indagini che hanno portato all'arresto della guardia giurata.

La donna veniva stuprata spesso in gruppo, a volte era coinvolto anche lo stesso marito.

Alle accuse di violenza si si somma il ritito della pistola, del fucile e delle munizioni legalmente detenute dall'uomo

Ha obbligato la moglie a fare sesso di gruppo. (leggo.it)

Su altre fonti

In casa però la guardia giurata aveva munizioni in parte eccedenti i limiti di legge e quindi è stato denunciato anche per questo reato Le indagini sono durate circa un mese e gli accertamenti investigativi da parte della polizia hanno confermato le parole della donna portando infine all'arresto dell'uomo. (Fanpage.it)

Ha costretto la moglie ad avere rapporti non solo con lui ma con altri uomini contattati sul web attraverso siti di incontri per adulti dopo avere sottratto le credenziali della mail della donna. (Corriere Fiorentino)

Non solo le botte e le violenze sulla moglie, ma anche l'umiliazione di costringerla ad avere rapporti con altre persone contro la sua volontà. La donna ha raccontato agli agenti, con dovizia di particolari, di come fosse oggetto di mortificazioni sessuali da parte del marito, di professione guardia giurata. (La Repubblica Firenze.it)

Violenze sessuali di gruppo ai danni della moglie: uomo in carcere

Ha obbligato la moglie a fare sesso di gruppo. APPROFONDIMENTI . (ilmattino.it)

La delicata e complessa attività investigativa ha permesso di raccogliere numerosi elementi probatori a seguito dei quali l’autorità giudiziaria ha disposto la custodia cautelare in carcere del soggetto I fatti ricostruiti partono dalla denuncia della donna, residente in un comune della Valdera, nei primi mesi di aprile. (IlCuoioInDiretta)

Gli inquirenti parlano di una "delicata e complessa attività investigativa" con la raccolta di "numerosi elementi probatori" a seguito dei quali l’Autorità Giudiziaria ha disposto la custodia cautelare in carcere. (PisaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr