Virus, in provincia di Belluno l'incidenza finalmente crolla (ricordiamoci come mai e dopo quanto tempo)

Virus, in provincia di Belluno l'incidenza finalmente crolla (ricordiamoci come mai e dopo quanto tempo)
L'Amico del Popolo ECONOMIA

È il criterio seguito nel Veneto, in Italia e in Europa per la misurazione ponderata e uniforme dell’andamento dei contagi, considerando 250 come valore critico

L’incidenza rapporta i nuovi casi testati di sars-cov-2 nell’arco di una settimana su 100 mila abitanti.

Oggi, martedì 6 aprile, primo giorno del Veneto in zona arancione dopo settimane, l’incidenza del coronavirus in provincia di Belluno risulta “in crollo”: il valore è sceso in una settimana da 255 a 153. (L'Amico del Popolo)

Su altri media

on le convocazioni per la somministrazione del vaccino fissate per domenica, si concluderà la campagna riservata agli over 80. Gli over 70. Il blocco delle forniture di AstraZeneca ha fermato le campagne di profilassi dei medici di famiglia per i pazienti di età tra i 70 e 79 anni (Corriere Delle Alpi)

Non è la prima volta che ignoti entrano nel palaghiaccio con il chiaro intento di fare danni. Non bastava lo stato di abbandono, adesso lo stadio del ghiaccio di Auronzo deve fare i conti anche con gli atti di vandalismo. (Corriere Delle Alpi)

Lupi, Belluno ''salta'' il Trentino e lavora con Sondrio e il Piemonte per una gestione comune: ''Formuleremo una proposta da portare al ministro dell’ambiente''. Intanto il Comune di Chies d'Alpago ha interessato la Provincia per problemi legati al lupo in paese. (il Dolomiti)

Focolaio Auronzo: morta a Pasqua donna di 91 anni

Piccoli contributi al volontariato per aiutare chi, soprattutto nelle frazioni, vuole tirarsi su le maniche per realizzare sistemazioni e manutenzioni. (Corriere Delle Alpi)

Voglio infatti puntare sui prodotti locali e per questo ho visitato diverse aziende agricole bellunesi che condividessero la filosofia della sostenibilità ambientale e del legame con il territorio. iovane studentessa universitaria pontalpina si mette in gioco aprendo la nuova bottega di Soverzene. (Corriere Delle Alpi)

Si tratta di Elena De Bon, vedova De Martin, deceduta il giorno di Pasqua all’ospedale di Belluno. Il focolaio all’inizio ha coinvolto 9 degenti su 16 e due operatori socio sanitari non vaccinati contro il Coronavirus. (Corriere Delle Alpi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr