Borse europee fiacche: sui mercati stagione utili catalizza l'attenzione

Finanza.com ECONOMIA

Daniela La Cava 20 ottobre 2021 - 09:12. MILANO (Finanza.com). Le principali Borse europee aprono la seduta infrasettimanale poco sotto la parità, nonostante la chiusura positiva di Wall Street.

Gli investitori sono concentrati sulla stagione degli utili che comincia a muovere i primi passi anche in Europa.

Nei primi minuti di scambi prevalgono i segni meno con il Dax di Francoforte che cede lo 0,21% e il Ftse 100 che indietreggia dello 0,17%. (Finanza.com)

La notizia riportata su altri giornali

Seduta positiva per le Borse asiatiche, Tokyo guadagna lo 0,65%. Avvio intorno alla parità per i listini europei in una giornata caratterizzata da numerosi interventi dei banchieri centrali sia in Europa che negli Usa. (Benzinga Italia)

In. stabile rialzo Madrid (+0,7%) e Milano (+0,2%). – MILANO, 19 OTT – Le europee proseguono la seduta. poco mosse mentre si guarda alla stagione delle trimestrali. (Corriere Quotidiano)

- MILANO, 19 OTT - Mercati azionari del Vecchio continente attorno alla parità per tutta la giornata e su questa linea hanno chiuso la seduta: Londra ha guadagnato lo 0,19% finale, con Francoforte in aumento dello 0,27%. (Tiscali.it)

Ieri Apple (NASDAQ: ) ha svelato i nuovi prodotti per la prossima stagione, con il nuovo MacBook Pro, che incorpora processori Apple, in primo piano. Oggi negli Usa sono attesi i conti di Netflix (NASDAQ: ), Johnson & Johnson e Philip Morris. (Investing.com)

Deboli cali anche per il Cac40 che indietreggia dello 0,11 per cento.Oggi l'attenzione degli investitori si concentra sulla stagione degli utili a Wall Street, con una nuova tornata di dati, tra cui i risultati di Johnson & Johnson, Procter & Gamble, Netflix e United Airlines. (Finanza.com)

A condizionare la seduta saranno le trimestrali societarie, in uscita oggi anche nel Vecchio continente. Sul fronte macroeconomico, la giornata sarà animata, tra gli altri, dalla lettura finale sull'inflazione nell'Eurozona a settembre, che dovrebbe attestarsi al 3,4% su base annua. (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr