Il primo malato in Italia a ottenere il suicidio medicalmente assistito

AGI - Agenzia Giornalistica Italia INTERNO

L'Associazione Coscioni, dopo la sentenza della Corte Costituzionale 242 del 2019 sul caso di Dj Fabo, si è battuta affinché nel rispetto delle condizioni indicate dalla Consulta, si potesse estendere all'Italia il suicidio assistito, a cominciare dal caso di Mario, camionista di Pesaro immobilizzato al letto dopo un incidente stradale.

Il Comitato etico dell'azienda sanitaria di riferimento la Asur Marche ha deciso che nel suo caso ci sono le condizioni per accedere al farmaco letale. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Su altri media

Si tratta del primo paziente italiano a ottenere l'ok per il suicidio medicalmente assistito, dopo la sentenza 'Cappato-Dj Fabo' emessa dalla Corte Costituzionale. Il comitato etico dell'Asl delle Marche (Asur) ha attestato che Mario (nome di fantasia di un tetraplegico immobilizzato a letto da dieci anni) possiede i requisiti per l'accesso legale al suicidio assistito. (Quotidiano.net)

Suicidio assistito: quali sono i requisiti legali. La sentenza “Cappato-Dj Fabo” emessa dalla Corte Costituzionale ha dettato nel 2019 le quattro condizioni essenziali per l’accesso legale al suicidio assistito (Virgilio Notizie)

Mario ha scelto di ricorrere al suicidio assistito e lo ha fatto grazie al sostegno dell’Associazione Luca Coscioni. Quel pronunciamento ha aperto la breccia in un vuoto normativo enorme che finora aveva costretto i malati italiani come Mario a restare imprigionati nel dolore oppure a recarsi all’estero per porre fine alle loro esistenze. (La Stampa)

Il comitato etico dell'Asl delle Marche (Asur) ha attestato infatti che Mario (tetraplegico immobilizzato a letto da dieci anni) possiede i requisiti per l'accesso legale al suicidio assistito. E' lui il primo malato in Italia ad aver ottenuto il via libera al suicidio medicalmente assistito. (Il Mattino)

Ora procediamo con indicazioni sull'autosomministrazione del farmaco" per il suicidio assistito "È possibile che la decisione del Comitato etico consentirà presto a Mario di ottenere ciò che chiede da 14 mesi. (Tiscali Notizie)

Mario è il primo malato in Italia a ottenere il via libera al suicidio medicalmente assistito, dopo la sentenza ‘Cappato-Dj Fabò emessa dalla Corte Costituzionale. Una battaglia lunga 11 anni. Mario, 43 anni, il primo malato ad aver ottenuto il via libera al suicidio medicalmente assistito in Italia, è paralizzato dalle spalle ai piedi da 11 anni a causa di un incidente stradale in auto. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr