Prima dose con AstraZeneca, seconda con Pfizer: il mix di vaccini aumenta di sei volte gli anticorpi

Scienze Fanpage SALUTE

lo studio ha anche analizzato l’attività neutralizzante contro le principali varianti di preoccupazione.

Prima dose con AstraZeneca, seconda con Pfizer: il mix di vaccini aumenta di sei volte gli anticorpi La conferma della validità della vaccinazione eterologa arriva da un nuovo studio condotto in Corea del Sud che ha misurato la concentrazione di anticorpi neutralizzanti: “Livelli sei volte più alti rispetto a due dosi di Astrazeneca”. (Scienze Fanpage)

Ne parlano anche altre fonti

Almeno un over 12 su due lo ha fatto. Quali sono i vaccini più somministrati in Italia? Almeno un over 12 su due lo ha fatto. Sono 65.315.438 le dosi effettuate: il 95% del totale di quelle consegnate, pari finora a 68.748.321 (nel dettaglio: 47.506.912 Pfizer/BioNTech, 7.118.302 Moderna, 11.858.468 Vaxzevria-Astrazeneca e 2.264. (Gazzetta del Sud)

I medici che mi hanno curata hanno ammesso (ma non sottoscritto) che quel vaccino nelle donne fino ai 50 anni era da sconsigliare. Dopo la seconda dose di Astrazeneca ho rischiato la vita. (La Pressa)

Ma per ora è prematuro pensare a una terza dose mischiando i… | Read More | Repubblica.it > Cronaca. Advertisements Loading n vaccino a Rna dopo AstraZeneca fa produrre anticorpi sei volte più numerosi rispetto alla doppia dose di Pfizer (HelpMeTech)

L’efficacia nel prevenire l’ospedalizzazione, sale all’81% con ciclo incompleto (IC95%: 80,8%-82,2%) e al 95% con ciclo completo (IC95%: 94,6%-95,2%). L’efficacia nel prevenire il decesso è pari all’80% (IC95%: 78,2-81,2%) con ciclo incompleto e a 96% con ciclo completo (IC95%: 95,6%- 96,5%) (ilmessaggero.it)

Eppure, ha raccontato la docente, “sulla app Immuni da quando ho fatto la seconda dose di vaccino ho l’Eu digital covid certificate che vale come green pass. Io sono rimasta ovviamente isolata ma una persona con meno senso civico con quel green pass avrebbe potuto andare ovunque. (Silenzi e Falsità)

I primi sintomi dopo il vaccino. Di Maro il 2 luglio era stato trasferito nella terapia intensiva dell’ospedale Cotugno fino al momento del decesso, dopo che da una Tac è emersa una situazione polmonare critica. (NapoliToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr