La crisi dei chip mette in ginocchio il mercato auto: perdita di 13,5 milioni di vetture

Auto.it ECONOMIA

La crisi dei chip continua a farsi sentire sul mercato dell'auto, portando ritardi pesanti nelle consegne e costringendo tutti i Costruttori a ridimensionare la propria produzione.

Sulla produzione mondiale di auto, il calo si attesterà a -6,2% nell'anno in corso, e a -9,3% nei prossimi 12 mesi

Ford riduce le dotazioni. Crisi dei chip sempre più pesante per il mercato. Al settore auto, la crisi dei chip potrebbe arrivare a costare 13,5 milioni di veicoli da qui al 2022, a causa delle mancate produzioni determinate dall'assenza di componenti. (Auto.it)

Ne parlano anche altre fonti

Come da lontano arrivano le richieste delle Case auto ai grandi gruppi che producono semiconduttori. La crisi dei chip e della logistica. La crisi dei chip arriva da lontano. (Motor1 Italia)

In termini di volumi assoluti, secondo Ihs Markit il 2021 dovrebbe chiudersi a 75,8 milioni di unità (-6,2% rispetto alle valutazioni precedenti,- 5 milioni di vetture) e il 2022 a 82,6 milioni di unità (-9,3%, -8,5 milioni di vetture). (La Gazzetta dello Sport)

(HelpMeTech)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr