Il fratello di Saman: "L'ha uccisa lo zio, ha detto che se avessi parlato mi avrebbe ucciso"

Il fratello di Saman: L'ha uccisa lo zio, ha detto che se avessi parlato mi avrebbe ucciso
Altri dettagli:
Gazzetta di Parma INTERNO

E’ stato Hasnain a confessarlo al nipote e il giovane a riferirlo a verbale: «Ora vi dico tutta la verità.

Io ho paura di lui perché mi ha detto che se avessi rivelato ai carabinieri quanto successo, mi avrebbe ucciso

Il racconto di un giovanissimo, coerente e privo di contraddizioni, per il gip di Reggio Emilia costituisce la «piena prova indiziaria della responsabilità» di Danish Hasnain nell’omicidio della nipote Saman Abbas. (Gazzetta di Parma)

Se ne è parlato anche su altre testate

Saman e i genitori, è stato ricostruito, hanno urlato, lei li ha insultati: “Dammi i documenti“, ha detto la ragazza al padre. “Secondo me l’ha uccisa strangolandola, anche perché quando è venuto a casa non aveva nulla in mano“. (la VOCE del TRENTINO)

leggi anche Saman Abbas, la frase dello zio dopo la scomparsa: "Lavoro fatto bene" Continuano inoltre le ricerche dello zio e dell'altro cugino col contributo attivo delle polizie europee, specie quella francese, spagnola, svizzera, inglese e belga. (Sky Tg24 )

Lo zio ha detto a papà di portarlo in casa e di nasconderlo senza farlo vedere alle telecamere", ha aggiunto. ''Lo zio a me non l’ha detto - ha ribadito il sedicenne - non l’ha detto nemmeno quando è arrivato a casa. (Corriere dello Sport.it)

Saman Abbas uccisa in 13 minuti. Il video e la testimonianza del fratello: "Lo zio l'ha strangolata"

Ecco chi è Danish Hasnain, il 33enne pachistano ricercato in tutta Europa per l’omicidio della nipote. E soprattutto determinato a occuparsi della punizione per Saman, «colpevole», ai suoi occhi, di essersi allontanata dai precetti dell’Islam. (Corriere della Sera)

Ma non c'è stato tempo Ormai non c'è alcuna speranza di trovare Saman viva e gli inquirenti sono certi che sia stata uccisa per essersi opposta al matrimonio combinato. (ilGiornale.it)

Poi compare lo zio: "È arrivato da dietro le telecamere - racconta il fratello di Saman - perché lui sapeva dov'erano posizionate". Ijaz è stato poi fermato dalla polizia francese su un autobus tra Parigi e Barcellona (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr