Generali, Donnet rilancia "Presto il nuovo piano"

Generali, Donnet rilancia Presto il nuovo piano
ilGiornale.it ECONOMIA

Già a maggio è previsto il primo confronto con le strutture apicali delle divisioni del gruppo.

In Piazza Affari, tuttavia, Generali ha chiuso la seduta in calo dello 0,8% a 16,76 euro

Del Vecchio e i Benetton hanno votato a favore di tutti i punti all'ordine del giorno.

«Sono molto fiducioso nel futuro di Generali e nelle persone con cui lavoro per concludere il piano in corso e definire il prossimo» ha ribadito Donnet. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Milano Finanza. Il group ceo di Generali, Philippe Donnet, sta già lavorando al nuovo piano industriale 2022-2024. Lo ha annunciato lo stesso manager nel corso dell'assemblea di Trieste ancora in corso per l'approvazione del bilancio 2020. (msn.com)

“Siamo già al lavoro sul nuovo piano 2022-2024, che parte da basi molto solide perchè Generali 2021 è stato lungimirante”, ha aggiunto. La proposta di dividendo approvata dall’assemblea comporta un’erogazione massima complessiva di 2,315 miliardi di euro. (FIRSTonline)

Il piano vedrà poi il tema della sostenibilità come «un ombrello che abbraccia la nostra intera strategia». «Stiamo lavorando alla definizione del prossimo piano e abbiamo basi solide per costruirlo», dice ai soci collegati in streaming. (La Stampa)

Generali, Caltagirone e Del Vecchio: i giochi che fanno male al Leone

Tanto più che per le prossime elezioni, sarà lo stesso cda uscente (e non gli azionisti) a presentare una propria lista di candidati. Generali ha chiuso il 2020 con una raccolta premi di 70,7 miliardi, un utile operativo di 5,2 miliardi, un utile netto di 1,44 miliardi e un Solvency Ratio al 224 per cento. (ilGiornale.it)

“Abbiamo mostrato la nostra capacità di perseguire la crescita per linee esterne in modo disciplinato e coerente con la nostra strategia di M&A”, ha dichiarato il Group Ceo (ilcittadinoonline.it)

Un bilancio che, parola del presidente Gabriele Galateri, “dimostra che Generali ha resistito in modo altrettanto importante, se non di più dei concorrenti alla pandemia. Lo strappo di Francesco Gaetano Caltagirone in vista dell’assemblea Generali indica che i grandi azionisti del Leone sono già in manovra per il rinnovo del Cda dell’anno prossimo. (FIRSTonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr