Da anni era alle prese con una malattia incurabile

Da anni era alle prese con una malattia incurabile
Yahoo Notizie CULTURA E SPETTACOLO

Sebbene la quantità di energia sia bassa rispetto a un laser a raggio continuo, erogarla rapidamente a un'area sufficientemente piccola potrebbe essere efficace.

Questi impulsi laser ultracorti hanno una potenza estrema per periodi di tempo incredibilmente brevi: il progetto mira a un impulso di terawatt della durata di appena 200 femtosecondi, rispetto a un massimo di 150 kilowatt per i sistemi precedenti. (Yahoo Notizie)

Su altri giornali

La sua opera, Charging bull, è diventata uno dei monumenti più amati e visitati della downtown di New York. Mi hanno detto che, dopo la Statua della Libertà, il Charging Bull di Bowling Green, a due passi dal tempio della finanza mondiale, è il monumento più visitato a New York (Il Fatto Quotidiano)

L’aneddoto del governatore. Lo scultore Arturo Di Modica, l’autore del celebre “Toro di Wall Street”, è morto ieri sera Vittoria, nella sua casa di contrada Pozzo Bollente. La installò, senza alcuna autorizzazione, il 16 dicembre di quell’anno proprio davanti al palazzo della Borsa di New York. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Il Toro di Wall Street. Ma sicuramente l'opera che lo ha fatto entrare nella storia rimane proprio il "Charging bull", il toro che ringhia, divenuto uno dei monumenti più amati e visitati di New York. Arturo Di Modica, lo scultore di Vittoria - in provincia di Ragusa - famoso in tutto il mondo per il Toro di Wall Street, è morto questa notte nella sua abitazione. (la Repubblica)

Muore l'autore del toro di Wall Street. Musumeci: “Quella volta a New York…”

Sì, certo, sono di Vittoria, ma se vivi più di 40 anni a New York non puoi non sentirla anche tua” Morto lo scultore italiano autore del Toro di Wall Street. Arturo Di Modica aveva 80 anni, nel 1989 la sua celebre scultura in bronzo è stata installata fuori dalla Borsa di New York, diventandone il simbolo e meta da visitare per turisti. (Yahoo Finanza)

Arturo di Modica aveva trascorso gran parte della sua esistenza negli Stati Uniti. Negli ultimi anni, viveva soprattutto a Vittoria ed era tornato sempre più di rado negli Stati Uniti (Gazzetta di Parma)

Prometteva di dare il 10% in beneficenza e di utilizzare il resto per istallare altre opere a New York. Eppure l’indice in poco tempo salì a diecimila punti, il quintuplo per il miracolo del toro ruggente. (La Voce di New York)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr