Eruzione Canarie: costruzioni in pericolo per nuova colata

Eruzione Canarie: costruzioni in pericolo per nuova colata
La Nuova Sardegna ESTERI

In un punto la colata ha raggiunto una larghezza di 1,5 chilometri.

Non si escludono però ulteriori stop temporanei o modifiche ai piani di volo a seconda di come evolverà l'eruzione

Nelle ultime ore, questa nuova lingua ha raggiunto un'area industriale della località di Todoque, già parzialmente distrutta giorni fa.

La parte formatasi nel mare dopo il contatto tra il magma e la linea di costa avvenuto giorni fa ha un'estensione di circa 34 ettari. (La Nuova Sardegna)

Su altri media

Diverse case, fattorie e stabilimenti industriali sono stati devastati, in quartieri che finora erano stati risparmiati dalla furia del vulcano. L'aeroporto di La Palma, intanto, ha riaperto sabato, dopo qualche ora di chiusura a causa della nuvola di cenere che impediva una buona visibilità. (Euronews Italiano)

Dormiamo perché dobbiamo dormire,” ha dichiarato a El País una residente che vive proprio nell’ultima casa prima della “zona rossa”. Secondo l’agenzia di stampa Efe, oltre a questa – registrata alle 03:27 ora italiana a 37 km di profondità – sono state avvertite dalla popolazione almeno altre due scosse. (MeteoWeb)

Poche ore fa è crollato, in modo parziale, una porzione della parete nord del cratere del vulcano cumbre Vieja, a La Palma, nelle Canarie. Nuove colate laviche stanno raggiungendo il centro abitato di Todoque, dove le autorità hanno già predisposto un piano emergenziale di evacuazione per i residenti della zona. (Corriere TV)

Cronaca diretta ERUZIONE del Cumbre Vieja a LA PALMA, NUOVA COLATA e GAS TOSSICI. La situazione

https://it.sputniknews.com/20211010/eruzione-cumbre-vieja-crollato-il-fianco-nord-del-vulcano---video-13259556.html. Eruzione Cumbre Vieja, crollato il fianco nord del vulcano - Video. Eruzione Cumbre Vieja, crollato il fianco nord del vulcano - Video. (Sputnik Italia)

La loro raccomandazione a chi è in zona è di prestare sempre attenzione alle loro indicazioni. I responsabili del piano d'emergenza per l'eruzione hanno spiegato a più riprese che situazioni di questo tipo potrebbero ripresentarsi, data l'imprevedibilità del comportamento del vulcano. (tvsvizzera.it)

L'eruzione potrebbe durare ancora a lungo e nel frattempo ci sono ancora diverse minacce da tenere sotto controllo. La situazione Il crollo della parete del cono potrebbe favorire un trabocco lavico anche verso il lato nord dell'Isola. (3bmeteo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr