Rifiuti AstraZeneca, la Costa d’Amalfi apre ai «riservisti» per non sprecare le dosi

Rifiuti AstraZeneca, la Costa d’Amalfi apre ai «riservisti» per non sprecare le dosi
Corriere del Mezzogiorno SALUTE

La nota. «In attuazione delle recenti direttive del commissario straordinario generale Figliuolo, considerato che presso il centro vaccinale di Maiori residua, al termine di ciascun turno, un esiguo numero di dosi non somministrate, che andrebbero sprecate se non inoculate entro poche ore, si invitano tutti coloro che sono interessati a ricevere il vaccino Astra-Zeneca (max.

E ancora, prosegue la nota: «Il centro operativo provvederà, al termine di ogni turno, a contattare i destinatari individuati unicamente in base al criterio dell’età anagrafica, i quali dovranno con immediatezza presentarsi per la somministrazione. (Corriere del Mezzogiorno)

Su altre testate

Sta ancora causando migliaia di morti in Europa”, ha fatto notare Cooke, invitando a “usare tutti i vaccini che abbiamo“. Tra le sirene d’allarme il comitato elenca: fiato corto, dolore al petto, gonfiore delle gambe, persistente dolore addominale, mal di testa e vista offuscata (Il Fatto Quotidiano)

“Certo – conclude Turi – è che Francia e Germania hanno vietato la somministrazione per donne sotto i 55 anni e il governo deve decidere di adeguarsi o dissociarsi sulla base delle evidenze scientifiche Gissi (Cisl): serve una voce sola. (Tecnica della Scuola)

Dall’Ema, inoltre, hanno fatto sapere che “il rischio di mortalità a causa del Covid è molto maggiore del rischio di mortalità per gli effetti collaterali”. “Gli eventi rari” di trombosi cerebrale “sono effetti collaterali molto rari” del vaccino AstraZeneca (In Terris)

AstraZeneca, conferenza stampa Ema. Episodi trombotici tra le controindicazioni del vaccino

Quali sono state le principali reazioni avverse di Astrazeneca durante la campagna vaccinale? Quindi gli eventi avversi all’aspirina sono di gran lunga superiori rispetto a quelli del vaccino Astrazeneca. (ilmessaggero.it)

Lo riferisce appunto in una nota l’Ema (l’Agenzia europea per i farmaci) in relazione agli eventi di trombosi cerebrale collegati al vaccino AstraZeneca. L’Agenzia Europea del farmaco ha comunicato che c’è un “possibile legame tra il vaccino Astrazeneca e le rare forme di trombosi, ma sono comunque maggiori i benefici del rischio”. (Casteddu Online)

Dunque il mondo della scuola resta in attesa di capire se la seconda dose del vaccino AstraZeneca potrà essere somministrata o se bisognerà ricorrere ad un farmaco alternativo. Nella nota Ema sul vaccino AstraZeneca viene anche specificato che al 22 marzo sono 18 i decessi per trombosi rare. (La Tecnica della Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr