Crollo Camogli, prosegue il recupero delle bare. Sopralluogo dell’assessore Giampedrone

Crollo Camogli, prosegue il recupero delle bare. Sopralluogo dell’assessore Giampedrone
GenovaToday INTERNO

La falesia è sorvegliata da vicino nel timore di nuovi crolli e cedimenti, un'eventualità che, vista la composizione del costone, non si esclude e preoccupa.

E un pensiero ai cari dei defunti che riposavano nel cimitero di Camogli, che stanno attraversando momenti di comprensibile dolore»

Si continua a lavorare a Camogli per recuperare le bare precipitate in mare con il crollo della falesia su cui sorge il cimitero locale, avvenuto lunedì pomeriggio. (GenovaToday)

La notizia riportata su altre testate

Il fascicolo è stato affidato al procuratore aggiunto Paolo d'Ovidio e al pm Fabrizio Givri, le indagini ai carabinieri di Santa Margherita Ligure. Dieci intanto sono le casse recuperate mentre cinque salme sono state riconosciute: "Siamo pronti a fare anche l'esame del dna" dicono le istituzioni (Liberoquotidiano.it)

Una frana ieri a Camogli, in Liguria, ha travolto il cimitero trascinando via una parte delle lapidi. Centinaia di bare si sono riversate in mare ( LA NOTIZIA). (YouTG.net)

Uno spettacolo terribile: circa duecento bare sono finite in mare e sugli scogli nel primo pomeriggio di ieri, lunedì 22 febbraio 2021, in seguito al crollo di una porzione del cimitero di Camogli, in Liguria. (Prima Biella)

Camogli: frana cimitero, il punto della situazione (13)

L’assessore alla Protezione civile di Regione Liguria ha preso contatto anche con il capo dipartimento Nazionale della Protezione civile Angelo Borrelli per cercare di capire la stabilità dello sperone nella parte di levante della frana Servirà un ulteriore monitoraggio per capire lo stato del cuneo roccioso e anche un monitoraggio in continuo per realizzare interventi nella massima sicurezza”. (Città della Spezia)

Camogli sono in arrivo gli psicologi della Protezione civile per dare conforto e sostegno alle famiglie che hanno perso le bare in mare, per il crollo del cimitero avvenuto ieri pomeriggio. Nel porticciolo molte persone seguono le operazioni di recupero dei vigili del fuoco e della capitaneria. (Primocanale)

Il recupero a mare con l’ausilio di un pontone tenendo presente il fattore tempo, nei due significati e facendo lavorare in sicurezza. C’è una parte sulla corona della frana che è fortemente instabile – ha spiegato – Lì ci sono loculi e cappelle che vanno demoliti in sicurezza. (Levante News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr