Mario Draghi: Dagli 11 fino ai 21 anni sognavo di essere un bravo giocatore di pallacanestro

Mario Draghi: Dagli 11 fino ai 21 anni sognavo di essere un bravo giocatore di pallacanestro
Sportando INTERNO

Il Corriere della Sera riporta le parole del Presidente del Consiglio Mario Draghi alla Comunità Punto Luce Save The Children.

«Da piccolo, dagli undici fino a venti-ventuno anni, mi sarebbe piaciuto essere un atleta, quello che mi piaceva di più era fare sport, essere un bravo giocatore di pallacanestro.

E si parla anche di basket.

Poi mi sono reso conto che non era importante ciò che volevo diventare, ma quello che sei e l’esperienza più importante è ora, quello che stai facendo in quel momento»

(Sportando)

Ne parlano anche altre fonti

Applausi, saluti "pugno a pugno" e tante domande per il premier Mario Draghi da parte dei ragazzi che lo hanno accolto al Punto Luce di Save the Children Italia-Onlus a Torre Angela di Roma. Sognare fa bene ed è giusto, però quel che conta è oggi, è ora», ha detto ancora Draghi. (Il Messaggero)

Il premier, oltre ad auspicare l'apertura delle scuole anche nel pomeriggio, ha raccontato che da piccolo sognava di diventare un giocatore di basket: "A quei tempi la mia altezza andava bene per fare il play maker" "Che scelte ho fatto per arrivare fin qui? (Repubblica TV)

Prima del G20 c'è stata a Milano Youth4climate con 450 giovani da varie parti del mondo: lì è stato chiarissimo che queste decisioni vanno prese con i giovani ed abbiamo fatto questa promessa" Un'opportunità che hanno avuto i ragazzi del Punto Luce Save the children nella periferia romana di Torre Maura. (Sky Tg24)

Governo: Draghi ai giovani, 'responsabilità verso di voi, impegno c'è'

Draghi: “Più sport e tempo pieno. Così il premier Mario Draghi, visitando il punto luce di Save the Children nel quartiere capitolino di Torre Angela (Orizzonte Scuola)

Draghi conclude con i giovani di 'Save the children': "Cercate sempre di pensare a quel che state facendo, farlo bene e divertirvi. Draghi insiste con la sua 'Weltanschauung': "Ci vuole più passione che grinta, ma la cosa importante è identificarsi con ciò che fai in quel momento. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Io l'ho detto anche nel mio discorso di insediamento, l'impegno del governo in questo c'è". Così il premier Mario Draghi, visitando il punto luce di Save the Children nel quartiere capitolino di Torre Angela. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr