Olimpia Milano e Virtus Bologna vincono in tv

Sportal SPORT

Infatti in Gara 1 l’audience media era stata di 203.604, pari allo 1.02% di share.

Olimpia e Virtus convincenti in tv.

Importante anche il dato di ascolto di Eurosport 2: con 114.624 spettatori medi ieri sera è stato raggiunto il dato di ascolto più alto di una partita di basket, comprese le gare di Eurolega, mentre per Gara 1 il dato su Eurosport 2 era stato di 92.815

Gara 2 di finale scudetto tra A|X Armani Exchange Milano e Segafredo Bologna ha visto Rai Sport HD superare nuovamente l’’1% di share (1.16%) con una audience media di 268.154, sfiorando quota 300.000 nel secondo tempo. (Sportal)

Su altri giornali

Le Vù nere hanno vinto anche gara 4 contro la Exchange Milano nella finale scudetto: la partita è finita 73-62, la serie 4-0 per gli emiliani. Il quarto quarto vede la squadra di casa dilagare e ogni canestro, ogni rimbalzo, ogni palla recuperata o strappata dalle mani dei giocatori di Milano viene accolta con un boato (Il Fatto Quotidiano)

La Rai però snobba gli “altri sport” e trasmetterà in HD – sul canale 57 – la Serie C di calcio Alessandria-Albinoleffe. Stasera alle 20.45 andrà in scena gara-3 della serie scudetto tra Virtus Bologna ed Olimpia Milano, con la squadra di coach Messina già spalle al muro sotto 2-0. (Basketinside)

Ieri sera miglior giocatore in campo il solito Milos Teodosic, ma è stata sicuramente una vittoria di squadra con un’Olimpia Milano sempre in gara ma un po’ in affanno nell’ultimo quarto Nel finale, però, una tripla di Stefan Marcovic (come in gara 1) e un’altra tripla del giovanissimo Alessandro Pajola chiudono la gara portando la Virtus sul 2 a 0. (Gazzetta di Bologna)

Dopo aver perso gara 1, l'Olimpia cade anche nel secondo atto della serie scudetto (83-72 il finale). Un vero colpaccio per la Virtus Bologna che vola sul 2-0 e, di fatto, ha metà tricolore già tra le mani. (Leggo.it)

Tripla con fallo di Belinelli che sale a 7, poi tripla di Chacho e schiacciata di Shields che fa saltare in aria il Forum. Olimpia da 2/8 di campo, Virtus che con il 2+1 di Belinelli raddoppia l’avversario con 6-12 a 3.10. (HamelinProg)

La maggiore freschezza atletica della Segafredo, e un’inerzia ormai saldamente nelle mani dei virtussini, è però nuovamente emersa sino alla sirena conclusiva. Nella serie finale, decisivo anche l’apporto di un gruppo di italiani eccellente: oltre a Belinelli ha brillato il giovanissimo Pajola, poi Abass e Ricci. (LegnanoNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr