Covid-19: nei supermercati Coop ingresso prioritario per medici, infermieri e volontari

Covid-19: nei supermercati Coop ingresso prioritario per medici, infermieri e volontari
Reggionline Reggionline (Economia)

La decisione è stata presa per sostenere il personale sanitario, impegnato a fronteggiare l’emergenza Covid-19 con scarsità di tempo per il riposo e l’organizzazione della vita quotidiana.

Solidarietà.

La notizia riportata su altri giornali

Cronaca "L’unione fa la spesa” Coronavirus, Coop: “Accesso prioritario per operatori sanitari, protezione civile e volontari di Redazione 25 Marzo 2020. . . . . . Il progetto “L’unione fa la spesa” di Coop Alleanza 3.0 si estende anche agli operatori della sanità, al personale della Protezione Civile e ai volontari, i quali avranno accesso prioritario nei punti vendita, e saranno autorizzati a superare eventuali code all’ingresso del negozio. (ilSicilia.it)

Conad, ad esempio fa sapere, che «ormai da 7 anni, con l’operazione Bassi&Fissi, tutela il potere d’acquisto delle famiglie, garantendo, soprattutto alle persone in difficoltà, l’accesso a prodotti di uso quotidiano a prezzi convenienti». (La Nuova Ferrara)

Da mercoledì 25 marzo tutta la rete di vendita Coop Alleanza 3.0 ha attivato degli ingressi prioritari per il personale medico, infermieristico e per tutti i volontari, assieme al personale della protezione civile. (Udine Today)

Da oggi su tutta la rete di vendita di Coop Alleanza 3.0, gli operatori della sanità, assieme al personale della Protezione Civile e ai volontari che partecipano al progetto “L’unione fa la spesa” avranno accesso prioritario nei nostri punti vendita, e saranno autorizzati a superare eventuali code all’ingresso del negozio. (La Pressa)

Corsia preferenziale anche per i volontari della Protezione civile e per quelli impegnati ad aiutare le persone più fragili, come per l’iniziativa di consegna a domicilio “L’unione fa la spesa”. La priorità nell’effettuare la spesa è per noi un modo semplice e diretto per sollevarli, almeno in parte, da questa incombenza. (ParmaToday)

La decisione è stata presa per sostenere il personale sanitario, impegnato a fronteggiare l’emergenza Covid-19 con scarsità di tempo per il riposo e l’organizzazione della vita quotidiana. Devi attivare javascript per riprodurre il video. (BrindisiReport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.